Paperelle di gomma per il bagnetto: quali rischi?

Silvia Finazzi Pubblicato il Aggiornato il 05/09/2018

Tanto amati dai piccoli, trasformano il bagnetto in un momento di gioco. Ma attenzione: perché potrebbero nascondere delle insidie...

I giochi di plastica, come le paperelle di gomma, usati per intrattenere il piccolo durante il bagnetto potrebbero contenere batteri e funghi pericolosi. È quanto emerge da uno studio del Swiss Federal Institute of Aquatic Science and Technology e della Swiss Federal Polytechnic School, in collaborazione con l’Università dell’Illinois, pubblicato su Biofilms and Microbiomes, svela che potrebbero costituire l’habitat ideale per batteri e funghi.

Giochini nuovi e usati

La ricerca è durata 11 settimane ed è stata effettuata utilizzando giocattoli sia nuovi sia usati. Gli autori hanno condotto diversi esperimenti: li hanno immessi in acqua sporca e pulita, in acqua contenente sapone e fluidi corporei, nella vasca da bagno, sotto la doccia. Successivamente, li hanno tagliati e analizzati in laboratorio. Lo scopo era vedere se l’esposizione all’acqua durante il bagnetto potesse creare delle contaminazioni pericolose.

Si contaminano facilmente

Dall’analisi dei risultati è emerso che effettivamente i giochi usati di solito durante il bagno, come le paperelle di gomma, possono contaminarsi. Sulle superfici interne gli esperti hanno osservato tra 5 e 75 milioni di cellule per centimetro quadrato. Nell’80% dei giochi sono stati scovati batteri potenzialmente patogeni, come Legionella e Pseudomonas aeruginosa, un microrganismo spesso implicato nelle infezioni in ospedale. Non solo. Nel 60% dei giocattoli usati e in tutti quelli di controllo immersi nell’acqua sporca sono state rilevate specie fungine. Secondo gli autori, i materiali plastici (spesso polimeri di bassa qualità) di cui sono fatte paperelle di gomma e altri giochini per il bagnetto rilasciano grandi quantità di composti organici di carbonio. A questi si aggiungono azoto, fosforo e batteri rilasciati dal corpo durante il bagno. Il risultato è un ambiente ideale per la proliferazione di batteri e funghi all’interno dei giochi.

Pro e contro

In realtà, questo non è necessariamente un male “perché potrebbe rafforzare il sistema immunitario, ma può anche causare infezioni agli occhi, alle orecchie o persino gastrointestinali” hanno spiegato gli esperti. Ecco perché si chiedono norme più severe sui materiali polimerici utilizzati per produrre paperelle di gomma e altri giochini per il bagnetto.

 

 
 
 

Da sapere!

Per evitare rischi può essere utile sostituire frequentemente le paperelle di gomma e gli altri giochini usati per il bagnetto con altri nuovi.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Sinechie delle piccole labbra: serve il cortisone?

Le pomate al cortisone non trovano specifica indicazione per le sinechie delle piccole labbra di una bambina. Una crema emolliente, che contrasti la secchezza delle mucose, se non ci sono sintomi né infezioni ricorrenti è più che sufficiente per controllare l'anomalia.   »

Influenza in gravidanza: è pericolosa?

Ci possono essere dei rischi, se l'influenza viene contratta nelle prime settimane di gravidanza, a causa della febbre. Nel secondo e nel terzo trimestre è improbabile che il bambino corra particolari pericoli. In generale, è sempre opportuno che una donna in attesa effettui la vaccinazione antiinfluenzale....  »

Massaggi anticellulite: si possono fare mentre si allatta?

I massaggi anticellulite possono essere effettuati tranquillamente durante l'allattamento, anche alla luce di una massima che tutte le neomamme dovrebbero fare propria: tutto quello che le fa sentire meglio si rifette positivamente sul bebè.   »

Fai la tua domanda agli specialisti