Prodotti naturali per bambini e neonati

Non sempre i prodotti naturali per il neonato e il bambino sono la scelta migliore. Spesso, infatti, i biocosmetici non sono sufficientemente testati per garantire sicurezza

Prodotti naturali per bambini e neonati

Tra i primi corredi del bebè, rientra quella serie di creme, detergenti, talco e profumi destinati alla sua igiene quotidiana. E, spesso, i neogenitori scelgono i prodotti naturali per neonati e bambini sentendosi rassicurati proprio dagli stessi aggettivi “naturale” e “biologico”. In realtà, non sempre questi cosmetici sono la scelta migliore per la pelle delicatissima e reattiva del bebè.

Prodotti testati per evitare allergie

Benché i prodotti naturali per neonati e bambini siano ricchi di ingredienti benefici come la calendula o l’aloe, lenitivi e regolarizzanti, spesso non sono sufficientemente testati per far fronte alle esigenze della pelle del bebè. Il bimbo alla nascita ha, infatti, un’epidermide molto sottile e totalmente “assorbente”, dunque qualsiasi sostanza entri in contatto con la pelle del bebè dovrebbe essere assolutamente anallergica e priva di componenti potenzialmente irritanti. I prodotti “farmaceutici” sono tutti testati a livello dermatologico, mentre i cosmetici naturali non sono sempre controllati a sufficienza.

Il profumo per bebè

Tra i prodotti naturali più gettonati per neonati e bambini non ci sono soltanto detergenti per il cambio o creme anti-irritazione, ma anche quei “vezzi” da mamma come il profumo, non necessari. Infatti, anche il profumo per bebè più naturale del mondo può risultare potenzialmente irritante e dar luogo ad allergie e dermatiti da contatto.  Il neonato profumato fa piacere a mamme, papà e nonni ma l’utilità del profumo finisce lì. I dermatologi dell’American Academy of Dermatology sottolineano, a questo proposito, il pericolo di allergie derivante dall’acquisto di prodotti “di bellezza” per il bebè senza il parere preventivo di pediatri e dermatologi.

I prodotti migliori per l’igiene del neonato

Come ribadisce Renee Howard, professore di dermatologia alla University of California, esistono regole base per orientarsi nell’infinito panorama di cosmetici dedicati all’età neonatale e alla prima infanzia. Eccone alcune:

– Evitare ogni tipo di profumo o fragranza, anche se dedicata al neonato o biologica.

– Ricorrere a creme a base di ossido di zinco per il cambio e per proteggere la pelle arrossata.

 – Diffidare di tutti quei saponi che fanno molta schiuma per detergere l’epidermide del bebè. Significa che sono ricchi di tensioattivi, sostanze disidratanti che impoveriscono il film idrolipidico dell’epidermide, rendendola vulnerabile e reattiva.

– Utilizzare l’olio eudermico o “sapone non sapone” consigliato dal dermatologo con ph specifico per la pelle del neonato.

 

In breve

CHIEDERE CONSIGLIO AL PEDIATRA O AL DERMATOLOGO

I prodotti per il neonato migliori sono quelli consigliati da pediatri e dermatologi. Da evitare i profumi, anche se naturali, e preferire i cosmetici dermatologicamente testati.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Bimba che di notte si sveglia spesso

I disturbi del sonno possono essere ben controllati con la pratica del co-sleepeeng, che consiste nel far dormire il bambino "accanto ai genitori", ma non nello stesso letto.   »

Dubbi sulle date delle vaccinazioni

Le date che vengono indicate per vaccinare i bambini sono approvate dalla Comunità scientifica pediatrica, quindi non di deve temere di rispettarle.   »

In che settimana di gravidanza si vede l’embrione con l’ecografia?

In genere l'ecografia permette di vedere il bambino (e il suo cuoricino che batte) a partire dalla sesta settimana di gravidanza.   »

Si ammala spesso: è normale che accada?

Febbre, tosse, raffreddore frequenti sono lo scotto che i bambini pagano alla socializzazione. Non sono preoccupanti: alla fine, nonostante questo, crescono tutti forti e sani. L'unica condizione che deve preoccupare davvero perché espone a pericoli è l'obesità: il resto passa senza conseguenze.   »

Fai la tua domanda agli specialisti