Profumi per bambini: una coccola in più!

Leggere e delicate, queste essenze possono completare l’igiene del bimbo, donando una sensazione di benessere. Si possono utilizzare fin dai primi giorni di vita, perché i neonati sono già in grado di sentire con il naso e di riconoscere la mamma dal suo odore

I profumi più adatti ai neonati sono quelli che contengono aromi floreali o leggermente agrumati, che danno un senso di freschezza e di pulito. Queste essenze, però, sono presenti in minime quantità, per non irritare o disturbare il piccolo. L’aroma di fiori di arancio, in particolare, è scelto volentieri dai genitori per il piccolo e risulta anche molto apprezzato dal bebè, in quanto si tratta di un’essenza che simbolicamente si ricollega alla nascita e che evoca una sensazione di appagamento e di serenità.Le delicate essenze di fiori e agrumi presenti nei profumi per bebè hanno spesso anche un’azione calmante e distensiva, proprio perché donano una sensazione di benessere da cui il piccolo trae giovamento. Ecco come scegliere i profumi per il bebè.

Poco alcol

I profumi per bambini contengono piccole quantità di alcol o ne sono del tutti privi: questa sostanza, infatti, tende a seccare la pelle del piccolo, molto più sensibile di quella degli adulti. Questo perché il film idrolipidico (lo strato sottile che ricopre, come uno scudo, la cute, proteggendola dalle infezioni e mantenendo l’idratazione) è ancora sottile nei neonati.

Ipoallergenici

Sono ipoallergenici: non provocano quasi mai reazioni allergiche, anche perché sono composti per lo più di acqua, mentre la percentuale di essenze, cioè i componenti che determinano la fragranza, è piuttosto bassa. Tuttavia, non vanno usati in presenza di disturbi alla pelle come le dermatiti.

Con essenze naturali

I profumi per bambini utilizzano soltanto essenze naturali scelte tra le più delicate: contengono pochi e leggeri estratti di piante e fiori, così da non risultare tossici o irritanti per la cute e per l’olfatto dei piccoli.

Effetto rilassante

I delicati aromi che caratterizzano i profumi per bebè, oltre a dare un senso di fresco e pulito, hanno anche un’altra importante azione: calmano e distendono il piccolo in modo naturale ma profondo, apportando una sensazione di benessere da cui il bebè trae giovamento a lungo. Non solo il bimbo ma anche mamma e papà apprezzano queste fragranze, proprio perché rimandano alla freschezza, all’appagamento e alla serenità. 

 
 
 

In breve

DOPO IL BAGNETTO

Il momento migliore per applicare il profumo al bimbo è in genere subito dopo il bagnetto, come completamento d’igiene. In questo modo il piccolo è rilassato dall’acqua e il profumo diventa un rito che lo tranquillizza. 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Sinechie delle piccole labbra: serve il cortisone?

Le pomate al cortisone non trovano specifica indicazione per le sinechie delle piccole labbra di una bambina. Una crema emolliente, che contrasti la secchezza delle mucose, se non ci sono sintomi né infezioni ricorrenti è più che sufficiente per controllare l'anomalia.   »

Influenza in gravidanza: è pericolosa?

Ci possono essere dei rischi, se l'influenza viene contratta nelle prime settimane di gravidanza, a causa della febbre. Nel secondo e nel terzo trimestre è improbabile che il bambino corra particolari pericoli. In generale, è sempre opportuno che una donna in attesa effettui la vaccinazione antiinfluenzale....  »

Massaggi anticellulite: si possono fare mentre si allatta?

I massaggi anticellulite possono essere effettuati tranquillamente durante l'allattamento, anche alla luce di una massima che tutte le neomamme dovrebbero fare propria: tutto quello che le fa sentire meglio si rifette positivamente sul bebè.   »

Fai la tua domanda agli specialisti