Crescita: più alti i bambini più puliti

L’accesso ad acqua pulita e sapone stimola la crescita dei bambini

Quanto l’igiene personale può influire sulla crescita dei bambini? Tanto, almeno questo è quanto emerge dalla revisione di Cochrane su 14 studi che hanno coinvolto oltre 10 mila bambini in diverse parti del mondo: Bangladesh, Etiopia, Nigeria, Cile, Guatemala, Pakistan, Nepal, Sud Africa, Kenya e Cambogia.

Mezzo centimetro in più

È risultato, infatti, che condizioni igieniche più sicure e l’accesso ad acqua pulita, rappresentando ottime armi di prevenzione nei confronti di molte malattie, come per esempio, quelle diarroiche, sono in grado di garantire ai bambini una crescita in altezza superiore di mezzo centimetro. “Potrebbe sembrare poco rilevante – ha spiegato Alan Dangour della London School of Hygiene & Tropical Medicine, il ricercatore che ha condotto lo studio insieme alla charity internazionale WaterAid – ma secondo le nostre stime questo aumento di altezza equivale a una riduzione del ritardo nella crescita del 15% circa, il che rappresenta invece un dato molto importante”.

Avvantaggiati soprattutto i più piccoli

In particolare, i bambini “under 5” che vivono in buone condizioni sanitarie e ambientali sembrerebbero essere più alti di 0,5 centimetri rispetto ai coetanei che vivono in condizioni igieniche precarie. La ridotta altezza, in questi casi specifici, è indice di un ritardo della crescita.

C’è un legame tra crescita e scarsa igiene

Secondo i ricercatori, dunque,  esisterebbe un chiaro legame tra le malattie causate dall’assunzione costante di acqua sporca e la scarsa crescita dei più piccoli. “Le malattie ripetute nella prima infanzia – conferma Alan Dangour della London School of Hygiene & Tropical Medicine – possono compromettere la crescita dei bambini. Un fatto che non era mai stato dimostrato prima”.

 
 
 

In breve

I DATI DELL’ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITA’

Secondo le stime dell’Oms la scarsa crescita e anche l’arresto della crescita colpiscono 165 milioni di bambini in tutto il mondo, aumentando il rischio di morte e di riduzione della produttività in età adulta. 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Tampone vaginale positivo allo streptococco al termine della gravidanza

Può accadere che in prossimità del parto il tampone vaginale rilevi la presenza dell'infezione. In questo caso, all'inizio del travaglio viene praticata la profilassi antibitica per evitare che il bambino venga contagiato al momento della nascita.   »

Sinechie delle piccole labbra: serve il cortisone?

Le pomate al cortisone non trovano specifica indicazione per le sinechie delle piccole labbra di una bambina. Una crema emolliente, che contrasti la secchezza delle mucose, se non ci sono sintomi né infezioni ricorrenti è più che sufficiente per controllare l'anomalia.   »

Influenza in gravidanza: è pericolosa?

Ci possono essere dei rischi, se l'influenza viene contratta nelle prime settimane di gravidanza, a causa della febbre. Nel secondo e nel terzo trimestre è improbabile che il bambino corra particolari pericoli. In generale, è sempre opportuno che una donna in attesa effettui la vaccinazione antiinfluenzale....  »

Fai la tua domanda agli specialisti