Crescita: più alti i bambini più puliti

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 26/09/2013 Aggiornato il 23/01/2015

L’accesso ad acqua pulita e sapone stimola la crescita dei bambini

Crescita: più alti i bambini più puliti

Quanto l’igiene personale può influire sulla crescita dei bambini? Tanto, almeno questo è quanto emerge dalla revisione di Cochrane su 14 studi che hanno coinvolto oltre 10 mila bambini in diverse parti del mondo: Bangladesh, Etiopia, Nigeria, Cile, Guatemala, Pakistan, Nepal, Sud Africa, Kenya e Cambogia.

Mezzo centimetro in più

È risultato, infatti, che condizioni igieniche più sicure e l’accesso ad acqua pulita, rappresentando ottime armi di prevenzione nei confronti di molte malattie, come per esempio, quelle diarroiche, sono in grado di garantire ai bambini una crescita in altezza superiore di mezzo centimetro. “Potrebbe sembrare poco rilevante – ha spiegato Alan Dangour della London School of Hygiene & Tropical Medicine, il ricercatore che ha condotto lo studio insieme alla charity internazionale WaterAid – ma secondo le nostre stime questo aumento di altezza equivale a una riduzione del ritardo nella crescita del 15% circa, il che rappresenta invece un dato molto importante”.

Avvantaggiati soprattutto i più piccoli

In particolare, i bambini “under 5” che vivono in buone condizioni sanitarie e ambientali sembrerebbero essere più alti di 0,5 centimetri rispetto ai coetanei che vivono in condizioni igieniche precarie. La ridotta altezza, in questi casi specifici, è indice di un ritardo della crescita.

C’è un legame tra crescita e scarsa igiene

Secondo i ricercatori, dunque,  esisterebbe un chiaro legame tra le malattie causate dall’assunzione costante di acqua sporca e la scarsa crescita dei più piccoli. “Le malattie ripetute nella prima infanzia – conferma Alan Dangour della London School of Hygiene & Tropical Medicine – possono compromettere la crescita dei bambini. Un fatto che non era mai stato dimostrato prima”.

 
 
 

In breve

I DATI DELL’ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITA’

Secondo le stime dell’Oms la scarsa crescita e anche l’arresto della crescita colpiscono 165 milioni di bambini in tutto il mondo, aumentando il rischio di morte e di riduzione della produttività in età adulta. 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Bimbo ostile allo svezzamento

Quando un bambino rifiuta con ostinazione le prime pappe e qualsiasi altro alimento diverso dal latte, occorre giocare d'astuzia (armandosi di infinta pazienza).   »

Bimba che di notte si sveglia spesso

I disturbi del sonno possono essere ben controllati con la pratica del co-sleepeeng, che consiste nel far dormire il bambino "accanto ai genitori", ma non nello stesso letto.   »

In che settimana di gravidanza si vede l’embrione con l’ecografia?

In genere l'ecografia permette di vedere il bambino (e il suo cuoricino che batte) a partire dalla sesta settimana di gravidanza.   »

Si ammala spesso: è normale che accada?

Febbre, tosse, raffreddore frequenti sono lo scotto che i bambini pagano alla socializzazione. Non sono preoccupanti: alla fine, nonostante questo, crescono tutti forti e sani. L'unica condizione che deve preoccupare davvero perché espone a pericoli è l'obesità: il resto passa senza conseguenze.   »

Fai la tua domanda agli specialisti