Cuscino allattamento: quale scegliere?

Maria Teresa Moschillo A cura di Maria Teresa Moschillo Pubblicato il 12/06/2024 Aggiornato il 17/06/2024

Il cuscino allattamento è un prezioso alleato di mamma e neonato durante l'allattamento al seno o con il biberon. Scopriamo insieme a cosa serve nello specifico, come si usa e come scegliere il migliore in base alle proprie esigenze.

cuscino-allattamento-copertina

Il cuscino allattamento è un accessorio che, a detta di molti esperti di puericultura, non può mancare nella lista nascita ed è un vero e proprio sostegno finalizzato a supportare il piccolo durante la poppata e a rendere il momento dell’allattamento quanto più possibile gradevole e confortevole per neonato e mamma.

Nonostante sia ormai un oggetto di uso comune, il cuscino allattamento suscita ancora alcuni dubbi tra i neo genitori, soprattutto in merito a come si usa correttamente e a come scegliere il migliore

Come si usa e a cosa serve il cuscino allattamento

Il cuscino allattamento si presenta come un cuscino a forma di C, dalla struttura piuttosto rigida, e nasce come strumento per sostenere la mamma durante la poppata – riducendo lo sforzo di schiena, spalle, collo e braccia – e per mantenere il bambino nella posizione ideale durante l’allattamento al seno.

Ma questo accessorio serve davvero o il successo che ha riscosso negli ultimi anni è solo una trovata di marketing?

Per fare chiarezza ne abbiamo parlato con Giovanna Sottini, puericultrice ed educatrice perinatale. “Questo cuscino è una delle pochissime cose che consiglio di acquistare per l’allattamento. Torna molto utile per sostenere il bambino nelle posizioni corrette di attacco al seno, quindi serve sia a favorire l’allattamento che a migliorare lo stato delle cervicali della madre che, quando sono tese, non promuovono un buon flusso del latte“.

Usarlo comporta molti vantaggi, soprattutto quando ci si approccia all’allattamento dei gemelli. “In caso di gemelli è molto utile per allattarli in notturna perché, quando vengono allattati al biberon e non al seno, si può appoggiarne uno sul cuscino per non svegliarlo e sostenerlo a dovere“.

Oltre ad assicurare a mamma e neonato un maggiore comfort durante la poppata, il cuscino allattamento può essere utilizzato anche per altri scopi, purché il bimbo sia sempre controllato da un adulto: “Si può utilizzare fino alla fine dell’allattamento e anche dopo, come sostegno retrostante per il bambino”.

Sono prevalentemente due le posizioni da adottare per sfruttare al meglio il cuscino allattamento. La prima è quella in cui il cuscino viene posizionato lateralmente e appoggiato sulle gambe di chi lo utilizza, così che abbracci il corpo e consenta di adagiare il bimbo. La seconda, invece, prevede di posizionare il cuscino frontalmente e di sistemare il neonato disteso, con la testolina rivolta verso il seno (o il biberon). 

Ci sono dei rischi?

Il cuscino allattamento è un accessorio sicuro purché venga utilizzato nel modo corretto. Non è consigliato usare il cuscino allattamento per dormire, a meno che non si tratti di brevissimi riposini durante la poppata sempre sotto la sorveglianza di un adulto.

Per far dormire il neonato, in particolar modo se c’è la possibilità che la mamma si addormenti a sua volta o che si debba allontanare, è molto più prudente spostarlo nella culla.

Per quanto riguarda il cuscino allattamento utilizzato per fare tummy time non vi sono particolari controindicazioni. Tuttavia, per favorire lo sviluppo motorio del bambino, è preferibile usare un tappeto apposito.

Come scegliere il cuscino allattamento

Quando ci si approccia all’acquisto di un cuscino per l’allattamento, è bene prestare attenzione ad alcune caratteristiche e ricercare determinati requisiti.

  • Dimensione – Esistono cuscini per l’allattamento di diverse misure, da scegliere in base alle necessità e alle caratteristiche fisiche. Il cuscino è della misura giusta se sostiene in modo adeguato senza costringere la mamma a curvare la schiena;
  • Materiale – Sia l’imbottitura che la federa del cuscino devono essere realizzate in materiali traspiranti e anallergici, così da impedire una sudorazione eccessiva. Sono da preferire i tessuti freschi come il cotone e le imbottiture che non si deteriorano con il tempo;
  • Sfoderabilità – Il cuscino allattamento può macchiarsi, per cui è bene scegliere un modello che sia completamente sfoderabile e facile da lavare.  

Da Boppy a IKEA, i migliori da comprare online

Il cuscino allattamento si trova facilmente in tutti i negozi per la prima infanzia e, ovviamente, anche online. Sono davvero tanti i prodotti tra cui poter scegliere disponibili su Amazon e nella grande distribuzione, diversi tra loro per caratteristiche e per fasce di prezzo.

Molti esperti in puericultura concordano nel definire il cuscino allattamento Boppy il migliore in commercio o, comunque, uno dei più validi. Viene proposto in un’unica misura universale, adattabile alla corporatura di ogni mamma, ed è consigliato sia per l’allattamento al seno che per l’allattamento al biberon. Ha una forma ergonomica e un’imbottitura interna soffice e compatta che non perde consistenza e struttura con l’utilizzo.

cuscino-allattamento-boppy

Boppy, Supporto Allattamento. Prezzo: 54,90

Si tratta di un cuscino sfoderabile ed è possibile acquistare singolarmente delle fodere di ricambio, tutte realizzate in 100% cotone.

cuscino-allattamento-chicco-fodera

Chicco, Fodera Supporto Boppy. Prezzo: 17,88 

Chicco suggerisce anche un Kit Mamma Completo molto conveniente contenente cuscino Boppy, coppette assorbilatte e altri accessori utili per l’allattamento e il post parto.

cuscino-allattamento-kit-mamma-chicco

Chicco, Kit Mamma Completo. Prezzo: 88,17 

Vanta buone recensioni e ha un costo ridotto il cuscino allattamento IKEA LEN. La fodera è realizzata in cotone e lyocell sostenibili, mentre l’imbottitura interna è in poliestere riciclato.

cuscino-allattamento-len-ikea

IKEA, LEN Cuscino allattamento. Prezzo: 25,00€ su ikea.com

Come anticipato, il cuscino allattamento a forma di mezzaluna è sicuramente il più versatile e sono tanti i brand a suggerire cuscini di questo tipo. 

 

 

cuscino-allattamento-babysanity

Babysanity, Cuscino Allattamento Kikka. Prezzo: 30,90

cuscino-allattamento-dilama

Dilamama Baby, Cuscino Allattamento 2 Federe. Prezzo: 38,70 

cuscino-allattamento-niimo

Niimo, Cuscino Allattamento Multifunzione. Prezzo: 27,99

Uno dei più venduti su Amazon è quello di Koala Babycare, dalla forma avvolgente e in grado di adattarsi a diverse modalità di utilizzo. Può essere sfruttato per allattare in varie posizioni e in vari modi: a culla, a culla inversa, a rugby e con biberon.

cuscino-allattamento-koalababycare

Koala Babycare, Cuscino Allattamento Neonato. Prezzo: 34,75 

Se si ha l’intenzione di portare il cuscino in viaggio o in giro durante il giorno, è bene dirottarsi verso la scelta di un cuscino allattamento piccolo, di dimensioni leggermente ridotte ma comunque confortevole.

 

cuscino-allattamento-totsy

Totsy Baby, Cuscino Allattamento Piccolo. Prezzo: 32,39

Esistono in commercio anche cuscini per l’allattamento gemellare. In questo caso, il cuscino presenta due alloggiamenti per poter posizionare entrambi i neonati e allattarli in modo agevole o è comunque dotato di una struttura sufficientemente grande per accoglierli.

cuscino-allattamento-bellochi-gemellare

Bellochi, Cuscino Allattamento Gemellare. Prezzo: 66,99 

cuscino-allattamento-gemellare-my-brest-friend

My Brest Friend, Baby Wild Cuscino Allattamento Gemellare. Prezzo: 108,12

cuscino-allattamento-labtec

LabTec, Cuscino Allattamento Cinturino Regolabile. Prezzo: 32,99 

Alcuni cuscini per l’allattamento sono dotati di cuscini antireflusso aggiuntivi per sollevare la testa del bambino a 45° e di cinghie regolabili per una vestibilità ad hoc.

cuscino-allattamento-ruguies

Ruguies, Cuscino Allattamento con Cuscino Antireflusso Aggiuntivo. Prezzo: 34,99 

*** In questo articolo sono presenti link di affiliazione: se acquisti o ordini un prodotto tramite questi link, riceveremo una commissione. Offerte e prezzi dei prodotti potrebbero subire variazione in base alla disponibilità, anche dopo la pubblicazione degli articoli***

In copertina Foto di Freepik via Freepik.com

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Ricette per lo svezzamento

Vaccini per bambini

Elenco frasi auguri nascita

Elenco frasi auguri battesimo

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Feto che cresce poco: può avere anomalie?

19/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Non è possibile stabilire se il feto abbia malformazioni o sia interessato da un'alterazione cromosomica semplicemente basandosi sul fatto che la sua crescita è al 3° percentile. Oggi si dispone di indagini di screening che possono dare informazioni sulla sua salute, ma se si decide di non effettuarle...  »

Bimba che dopo l’addio al pannolino si rifiuta di fare la cacca: che fare?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Un piccolo rituale da osservare all'occorrenza, qualche accorgimento per rendere il momento confortevole, uniti a tanta pazienza e a un atteggiamento sereno a poco a poco riescono a indurre il bambino a utilizzare il vasino e, più avanti, la tazza del wc.  »

Dopo un aborto spontaneo quanto tempo ci vuole per cominciare un’altra gravidanza?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Augusto Enrico Semprini

Se un primo concepimento è avvenuto in pochi mesi, ci sono altissime probabilità (addirittura il 100%!) di avviare una nuova gravidanza entro sei mesi dall'aborto spontaneo.   »

Non mangiare frutta e verdura durante la gravidanza può essere pericoloso?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se si teme una carenza di vitamina C perché con l'inizio della gravidanza è nata un'avversione verso la frutta e la verdura, si può correre ai ripari assumendo quotidianamente, per esempio, spremute di agrumi o kiwi, che ne sono ricchissimi.   »

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti