I consigli dei neonatologi per l’estate dei neonati

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 15/07/2014 Aggiornato il 15/07/2014

Il vademecum della Società Italiana di neonatologia per aiutare i genitori di neonati a sfatare luoghi comuni e affrontare al meglio i disagi dell’estate

I consigli dei neonatologi per l’estate dei neonati

 

Al mare

Basta prendere qualche precauzione. Innanzitutto, bisogna evitare le ore più calde della giornata, non esporli ai raggi solari diretti e proteggerne la pelle con indumenti chiari e leggeri di fibre naturali; un cappellino con falda o visiera eviterà loro congiuntiviti da esposizione solare. Evitate di applicare sulla pelle dei neonati creme protettive o, se proprio necessario, scegliete quelle che contengono minerali come ossido di zinco o titanio, che riflettono i raggi solari, impedendone la penetrazione, e non troppo untuose, per evitare l’occlusione dei pori. Meglio easpettare per il bagno in piscina o al mare: raramente la temperatura e soprattutto la composizione (prodotti clorati) e la contaminazione dell’acqua delle piscine sono idonee a immergervi i neonati.

In montagna

Portare i neonati in montagna in estate non richiede particolari precauzioni,  a parte quella di evitare altezze troppo elevate (superiori a 2000 metri) e periodi troppo brevi (come un weekend) che non permettono i cambiamenti fisiologici richiesti dal cambio di altitudine.

Attenzione alle zanzare

Con l’estate arrivano anche le zanzare, come si proteggono i bambini? In primo luogo, cercate di evitare i luoghi in cui vi sono troppi insetti e se necessario, utilizzate zanzariere anche sulla culla. Evitate, inoltre, di applicare prodotti repellenti sulla pelle dei bambini prima dei sei mesi di vita. 

In viaggio

I neonati possono affrontare tranquillamente viaggi in auto d’estate, anzi, il neonato e il lattante tollerano meglio il viaggio in automobile rispetto al bambino più grandicello perché il movimento favorisce il sonno. L’importante è garantire condizioni climatiche favorevoli nell’abitacolo, quindi bisogna evitare di viaggiare nelle ore più calde della giornata. Naturalmente il piccolo deve sempre essere posizionato nel suo “ovetto” o “navicella”.  

In breve

ARIA CONDIZIONATA SI’ O NO?

E per chi l’estate la passerà a casa in città? L’utilizzo del condizionatore non è controindicato, ma la temperatura dell’ambiente deve essere solo di 3-5 gradi inferiore a quella esterna; le bocchette devono essere indirizzate verso l’alto e durante la notte la ventola deve essere regolata sul minimo. 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Quanto peserà il mio bambino?
21/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

L'ecografia fornisce una stima del peso del bambino, che va considerata con prudenza in quanto il margine di errore in più o in meno è circa del 10 per cento. Indicare quanto peserà esattamente il bambino alla nascita non è dunque possibile.   »

Ancora podalico in 31ma settimana
17/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

Il bambino può "mettere la testa a posto", ossia assumere la posizione cefalica, anche quando mancano solo poche settimane alla data del parto.   »

Gemellino che all’improvviso si comporta male
03/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

Dietro ad atteggiamenti che all'improvviso diventano aggressivi e difficili da gestire c'è sempre una rabbia che il bambino deve imparare ad allontanare. Fargliela disegnare può essere d'aiuto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti