Più visite dal pediatra = meno ricoveri

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 28/10/2013 Aggiornato il 28/10/2013

Le visite programmate dal pediatra sono appuntamenti irrinunciabili. Oltre a monitorare la crescita, aiutano a prevenire le malattie

Più visite dal pediatra = meno ricoveri

Le visite di controllo dal pediatra non si saltano. È il monito dei medici, che spesso si ritrovano gli ambulatori pieni nel periodo delle epidemie influenzali, ma lamentano una scarsa attenzione dei genitori nei confronti delle visite programmate. I cosiddetti “bilanci di salute” o visite filtro dal pediatra si effettuano fino alla fine dell’età dello sviluppo, a cadenze prestabilite, per tenere sotto controllo lo sviluppo del bambino da tutti i punti di vista: fisico, psicologico, motorio, cognitivo.

Sono spesso sottovalutate

Spesso, però, i genitori non danno a questi appuntamenti la giusta importanza, soprattutto se il piccolo sta bene e non ha particolari problemi. I bilanci di salute, invece, vanno rispettati, secondo il calendario stabilito dal pediatra. Servono a controllare parametri fondamentali, come peso e altezza, ma anche lo sviluppo delle capacità relazionali e delle abilità cognitive. Inoltre, le visite dal pediatra sono programmate in modo da intercettare l’eventuale insorgenza di malattie nelle età in cui queste normalmente si manifestano, suggerendo a mamme e papà comportamenti adeguati in tema di educazione, alimentazione e stile di vita.

Importanti per svezzamento e vaccinazioni

Sono anche l’occasione per fare al medico tutte le domande sulla crescita, lo svezzamento e le vaccinazioni. Sono fondamentali per educare i genitori alle norme di prevenzione di base. Secondo uno studio, inoltre, controllare periodicamente lo stato di salute dei piccoli li preserva dal rischio di ricoveri ospedalieri evitabili. In particolare, la ricerca, eseguita da scienziati di un’associazione americana senza scopo di lucro, afferma che i bambini che saltano più di metà delle visite di controllo dal pediatra hanno una probabilità doppia rispetto a quelli più assidui di finire all’ospedale. I ricercatori hanno studiato i dati di oltre 20mila bimbi e hanno riscontrato che il 4% dei piccoli che aveva saltato le visite programmate aveva avuto almeno un ricovero in ospedale: polmonite e asma sono risultate le cause più frequenti.    

In breve

IMPORTANTE TENERE UN DIARIO

Le “visite filtro” o bilanci di salute vanno prenotati con largo anticipo. È bene scrivere tutte le domande che si intende rivolgere al medico e portare sempre con sé il libretto di sanitario del piccolo e tutta la documentazione relativa a visite ed esami precedenti.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Ricette per lo svezzamento

Vaccini per bambini

Elenco frasi auguri nascita

Elenco frasi auguri battesimo

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccino antiinfluenzale in allattamento: si può fare?

26/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La vaccinazione antiinfluenzale non è controindicata per le mamme che allattano al seno.  »

Dubbio sul valore delle beta-hCG

23/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Per capire se la gravidanza sta procedendo, serve l'ecografia, tuttavia non conviene farla prima che il valore dell'ormone beta-hCG sia almeno a 1000.  »

Bimba che fatica ad addormentarsi: le si può dare la melatonina?

06/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Francesco Peverini

Dormire è fondamentale per tutti, ma in particolare per i bambini: cercare un rimedio contro un eventuale disturbo del sonno è dunque opportuno.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti