I neonati prematuri crescono più in fretta con le ninne nanne

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 26/04/2013 Aggiornato il 26/04/2013

Cantare la ninna nanna è un’ottima “cura” a disposizione dei genitori per aiutare i neonati prematuri a stare meglio. Lo testimonia un nuovo studio americano

I neonati prematuri crescono più in fretta con le ninne nanne

 

I genitori di neonati prematuri (ma non solo loro) hanno un modo particolare per sostenere i piccoli nella crescita: cantare loro la ninna nanna. È la conclusione di un lungo studio sui neonati prematuri del Beth Israel Medical Center di New York pubblicato sulla rivista scientifica Pediatric. I ricercatori hanno visto, dopo due anni di analisi, che il canto dei genitori ha un effetto rilassante sui neonati prematuri, rallentandone il battito cardiaco e la respirazione e aiutando a prendere sonno e a succhiare bene. L’effetto positivo della musica è utile per tutti i bambini, ma soprattutto per i prematuri, perché sono più deboli. Ecco perché è importante prestare attenzione a qualunque metodo in grado di rendere più forti i prematuri facendoli crescere il più velocemente possibile.

La ninna nanna stimola a mangiare meglio

La ninna nanna migliora la suzione del neonato prematuro e questo è fondamentale. Se la suzione è efficace, infatti, il piccolo mangia meglio, garantendosi così un maggior apporto di calorie e favorendo direttamente la crescita.

Riduce lo stress

La ninna nanna cantata dai genitori hanno poi un effetto benefico generale, riducendo il livello di stress, che in un neonato prematuro è sempre elevato. I ricercatori americani sono arrivati a questa conclusione dopo aver studiato 272 bambini nati prematuri intorno alla 32a settimana, con un basso peso e talvolta sepsi e problemi respiratori. Ai genitori è stato chiesto di cantare più volte la loro ninna nanna preferita e sono state osservate le reazioni nei neonati con appositi macchinari e con l’osservazione diretta dei movimenti oculari, della suzione e della respirazione. I risultati sono stati sempre positivi, anche nei bimbi con più problemi.

 

 

In breve

LA MUSICOTERAPIA AIUTA LO SVILUPPO

Le ninna nanne fanno bene ai neonati prematuri, ma anche tutta la musica in generale. Un altro studio aveva dimostrato, infatti, che la musicoterapia favorisce così tanto lo sviluppo dei bimbi nati prima del termine da anticipare perfino il giorno delle dimissioni dall’ospedale.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Ricette per lo svezzamento

Vaccini per bambini

Elenco frasi auguri nascita

Elenco frasi auguri battesimo

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Contrazioni precoci: può accadere anche nella seconda gravidanza?

27/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Bisogna mettere in conto che l'accorciamento della cervice, determinato dalla comparsa, molto prima del tempo, di contrazioni uterine, è un'eventualità che può ripresentarsi a ogni successiva gravidanza.   »

Perché si parla di polipo “sospetto”?

17/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Attraverso l'ecografia si può solo "sospettare" la presenza di un polipo all'interno dell'utero, ma per avere la certezza occorre effettuare altre indagini.   »

Integrazione di vitamina D: fino a che età è consigliata?

16/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La decisione di continuare a somministrare al bambino la vitamina D anche dopo l'anno di vita va presa con l'aiuto del pediatra curante, che ben conosce i propri piccoli pazienti grazie ai controlli periodici.   »

Fai la tua domanda agli specialisti