Preparazione del biberon in 5 mosse

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 26/09/2014 Aggiornato il 15/11/2019

All’inizio può sembrare tutto difficile ma con un po’ di pratica anche preparare il biberon con il latte formulato diventa un’operazione facile, da eseguire anche nel pieno della notte senza difficoltà. Ecco le cinque fasi

Preparazione del biberon in 5 mosse

Le fasi preliminari

Prima di preparare il biberon al piccolo, occorre innanzitutto lavarsi scrupolosamente le mani e avere tutto l’occorrente a portata di mano opportunamente sterilizzato. Biberon e tettarelle possono essere sterilizzati a caldo oppure a freddo. Nel primo caso gli oggetti vanno messi in una pentola coperta d’acqua e fatti bollire per almeno 20 minuti. In alternativa si possono utilizzare gli appositi apparecchi elettrici, per il forno a microonde o per la sterilizzazione a vapore. Il metodo a freddo, invece, si basa sull’azione di disinfettanti (liquidi o in compresse).

La preparazione in 5 mosse

 

preparare-biberon1giallo

1 Riempire il misurino di latte in polvere, secondo le indicazioni del pediatra, livellando con la lama di un coltello pulito per togliere eventuali eccedenze.

 

preparare-biberon2giallo

2 Riempire il biberon con acqua oligominerale, rispettando le dosi indicate dal pediatra, e versarvi il misurino con il latte in polvere già preparato.

 

preparare-biberon3giallo

3 Chiudere il biberon avvitando saldamente la ghiera con l’anello inserito. Quindi agitare bene il biberon in modo da sciogliere il latte in polvere. Se si opta per un latte già in forma liquida, versarlo nel biberon e chiudere.

 

preparare-biberon4giallo

4 Scaldare il biberon con il latte così preparato a bagnomaria o nell’apposito scaldabiberon (un apparecchio elettrico dotato di timer).

 

preparare-biberon5giallo

5 Il latte deve essere tiepido, intorno ai 37° C: per verificare la temperatura, basta capovolgere il biberon e versare qualche goccia di latte sul polso.

Attenzione: Il latte ricostituito e avanzato si può conservare in frigorifero per non più di 24 ore.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Ricette per lo svezzamento

Vaccini per bambini

Elenco frasi auguri nascita

Elenco frasi auguri battesimo

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Voglio un figlio (a 44 anni) ma ho paura che non sia sano: che fare?

27/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La scelta di avere un figlio in età avanzata è personalissima: nessuno specialista può dare consigli al riguardo, solo indicare i rischi a cui si potrebbe andare incontro, in modo da permettere di decidere con consapevolezza.  »

Quarto cesareo a 30 anni: sono proprio tanti i rischi?

26/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo espone la donna a vari rischi che è bene valutare attentamente anche con l'aiuto del ginecologo curante.  »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti