Ferro per il neonato: basta il cordone ombelicale

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 11/12/2014 Aggiornato il 11/12/2014

Ormai è stato dimostrato: perché il ferro per il neonato sia sufficiente, basta tagliare il cordone ombelicale 2 minuti dopo il parto

Ferro per il neonato: basta il cordone ombelicale

Per molto tempo, si è osservata la stessa procedura in tutti i parti ovvero far assumere al neonato determinate posizioni (sotto la placenta) perché il sangue del cordone ombelicale, e il ferro in esso contenuto, passassero al neonato. In realtà, recenti studi hanno dimostrato che il ferro per il neonato risulta sufficiente se solo si attendono due minuti prima di tagliare il cordone senza dover confidare solo sulla forza di gravità (che pare non incidere in questo passaggio).

Nessuna posizione speciale

Una delle regole-prassi del momento del parto è sempre stata quella di lasciare il neonato in una determinata posizione (scomoda per il neonato e per l’ostetrica) affinché il ferro per il neonato passasse in quantità adeguata. In questo modo, si ritardava il momento in cui il bebè veniva appoggiato sul ventre e sul petto della mamma.

Importante il contatto precoce

Alla luce di queste nuove scoperte sul ferro per il neonato, il contatto del bebè con la mamma può avvenire immediatamente quando il bambino è ancora attaccato al cordone. E il tutto con grandi benefici sia per il neonato sia per la mamma. Infatti, il contatto precoce tranquillizza il bebè dopo l’evento traumatico della nascita e favorisce un legame immediato con la neomamma, rassicurandola e sollevandola anche da molte ansie. Sentire subito dopo il parto, l’istinto materno di protezione e la pelle del proprio bimbo, infatti, ha un forte potere terapeutico sullo stato emotivo provato della donna. E, dal punto di vista del neonato, ascoltare da vicino i battiti del cuore e il respiro della mamma è l’ideale e dolce continuazione con l’avventura nel grembo materno. Oltre a essere appoggiato, il neonato potrà essere immediatamente avvicinato al seno per trovare la strada verso il capezzolo. Ovviamente dal seno non uscirà ancora il latte (si dovrà aspettare la montata), ma si stimolerà comunque la produzione di colostro e la familiarità del piccolo con la suzione (allenata già nell’utero).

La ricerca pubblicata su Lancet

A sfatare, dunque, il mito del passaggio di ferro da mamma e neonato con posizioni particolari del bambino, è stata una ricerca argentina che ha coinvolto un campione di circa 400 neonati ed è stata pubblicata sulla rivista Lancet. I ricercatori, guidati da Nestor Vain, esperto della Fondazione per la salute materna e infantile (Fundasamin) di Buenos Aires, hanno dimostrato attraverso l’analisi dei dati raccolti, che per garantire il passaggio del sangue dalla placenta al bambino, non è necessario che quest’ultimo sia posto in determinate posizioni ma è sufficiente attendere due minuti prima di tagliare il cordone ombelicale. Lo studio si è svolto pesando i neonati, subito dopo la nascita e subito dopo il taglio del cordone. Per l’esattezza, 197 bambini tenuti sotto il livello della placenta (secondo linee guida di 35 anni fa) e 194 neonati appoggiati subito sul grembo della mamma. E ciò ha dimostrato che non vi è alcuna differenza nella quantità di sangue trasferitosi da placenta al bebè. 

In breve

SUPERATE LE VECCHIE LINEE GUIDA

Le linee guida, che suggerivano che il neonato dovesse essere mantenuto sotto il livello della placenta, non solo non sono più valide del trasferimento immediato sull’addome della mamma, ma sono anche potenzialmente più rischiose per la sicurezza del bebè, perché tenere fermo un neonato che piange e si contorce spesso non è semplice ed esiste il rischio che possa scivolare dalle mani di ostetrica o ginecologo. 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Ricette per lo svezzamento

Vaccini per bambini

Elenco frasi auguri nascita

Elenco frasi auguri battesimo

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccino anti-Coronavirus: è davvero una fake-news che causi infertilità?

13/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Luca Cegolon, MD, MSc, DTM&H, PhD

Nel Web circolano bufale a volte così ben confenzionate da diventare credibili anche per persone competent. Documentarsi sempre in modo meticoloso, prima di dare credito a ipotesi che mettono in discussione le scelte delle autorità sanitarie è quanto di meglio si possa fare per non cadere nelle tante...  »

Bimba di (quasi) tre anni che ripete frasi e parole

11/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'ecolalia potrebbe costituire un segnale d'allarme qualora si associasse ad altri comportamenti anomali. Altrimenti è solo una delle modalità per apprendere e consolidare il linguaggio.   »

Sentimenti contrapposti verso il nuovo papà

03/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Quando entra una nuova figura maschile nella vita di un bambino piccolo, può accadere che si instauri una relazione in cui non tutto fila sempre liscio. Ma del resto può succedere anche con il papà biologico.   »

Fai la tua domanda agli specialisti