Comportamento del bimbo – 11° mese

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 13/01/2015 Aggiornato il 28/01/2015

In questa fase il bambino cerca in oggetti, come bambole o coperte, il legame illusorio che la mamma sia sempre con lui

Comportamento del bimbo – 11° mese

Vuole sempre il suo pupazzo

È normale che a questa età, dopo aver sperimentato l’angoscia di separazione e i primi distacchi dalla mamma, il bambino cerchi un oggetto, definito dagli psicologi “transizionale”, con cui ricreare l’illusione che la mamma sia sempre insieme a lui. Con questo oggetto, infatti, il bambino sostituisce in maniera simbolica la presenza della mam-ma e sente di averla sempre vicina, anche quando lei non c’è. L’oggetto transizionale lo rassicura e gli infonde sicurezza perché sa che gli appartiene e rimarrà lì con lui: di solito, è un oggetto soffice, morbido e caldo, come un peluche, una bambola o una coperta. Esso gli ricorda la mamma anche per gli odori di cui si impregna, in quanto sono gli odori familiari (per questo, quando si lava il peluche, spesso il piccolo scoppia a piangere). Il bambino non si stacca mai da questo oggetto amato e, soprattutto, non lo sostituisce con nessun altro.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Ricette per lo svezzamento

Vaccini per bambini

Elenco frasi auguri nascita

Elenco frasi auguri battesimo

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Mancato accollamento: è sempre necessario assumere progesterone?

30/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Si parla di "mancato accollamento" quando la parete esterna del sacco gestazionale (corion) non è del tutto adesa alla mucosa uterina: la condizione può risolversi anche solo evitando strapazzi fisici, ovvelo col riposo relativo.  »

Donna Rh negativo: anche dopo un aborto si sviluppano anticorpi contro il sangue Rh positivo?

30/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Esiste un esame che permette di appurare se la donna ha sviluppato anticorpi contro il fattore Rh positivo: si chiama Test di Coombs indiretto e si esegue come un normale prelievo di sangue.  »

Pap test in gravidanza: conviene farlo?

28/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Posto che è il ginecologo curante a dover decidere l'intervallo di tempo tra un pap test e l'altro, in base al risultato ottenuto l'ultima volta che è stato effettuato, in generale non occorre farlo in gravidanza, se sono passati meno di tre anni dall'ultimo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti