Cosa sa fare il bambino – 12° mese

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 14/01/2015 Aggiornato il 28/01/2015

A dodici mesi, il bambino è in grado di dire mamma e papà, imita gli adulti in tutto, beve da solo e sa usare il cucchiaio per mangiare

Cosa sa fare il bambino – 12° mese

Sa usare il cucchiaio e bere da solo

Il bambino è capace ormai di usare il cucchiaio in modo adeguato per mangiare la pappa in autonomia. Sa anche prendere il bicchiere e bere da solo: l’operazione gli risulta più semplice se il bicchiere è dotato di un piccolo manico a lato, ma sa afferrare anche un bicchiere normale. Per la sua sicurezza è consigliabile comunque dargli bicchieri e tazze di plastica, in quanto sono infrangibili e il piccolo non rischia di farsi male.

Imita l’adulto in tutto

Migliorano i processi imitativi. Se finora riusciva a imitare l’adulto solo nelle azioni e nei suoni che riusciva a vedere o sentire in quel momento, ora sa riprodurre anche azioni che ha visto fare o suoni che ha sentito in precedenza: per esempio, se gli si dice “come fa il gatto?”, lui dirà “miao” o se gli si dice “fai la linguaccia” è capace di ripeterla se l’ha già vista fare. Imita anche azioni involontarie che vede fare dai genitori, come il gesto di toccarsi i capelli. Il bambino assimila tutti questi comportamenti semplicemente dall’osservazione dei genitori.

Sa dire “mamma” e “papà”

Finalmente è in grado di dire “mamma” e “papà” in modo chiaro. È interessante osservare che le prime parole che il bambino pronuncia, come “mamma” o “papà”, sono legate alla sua sfera affettiva, solo poi passerà a pronunciare parole di oggetti, come “pappa” o “casa”. Iniziano le prime ripetizioni intenzionali delle parole: se gli si dice “gatto”, lui proverà a ripetere la parola. Anche il sorriso manifestato dal genitore quando sente che il piccolo ripete la parola incoraggia i primi tentativi di parlare del bambino. Il piccolo è già in grado di comprendere il rapporto tra l’oggetto che indica e la parola emessa: per esempio, se dice “gatto” intende quel determinato animale che ha in mente o che ha davanti agli occhi.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dubbio sull’intervallo di somministrazione dei vaccini

11/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Per ogni vaccino, compreso l'anti-meningococco B, è stato individuato l'intervallo tra la somministrazione delle dosi che assicura la migliore risposta del sistema di difesa naturale e, quindi, la migliore protezione.   »

Ovulazione: può verificarsi anche se si prende la pillola?

31/10/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Ci sono casi in cui, nonostante l'assunzione del contraccettivo orale, la donna continua a essere fertile: accade, per esempio, se è in sovrappeso.   »

Svezzamento: quali regole seguire?

30/10/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

le linee guida relative allo svezzamento sono molto cambiate rispetto ad alcuni anni fa: oggi vi è molta più libertà d'azione, da usare però secondo i criteri dettati dal buon senso. Ma se si vuole andare "alla vecchia", nulla lo vieta.   »

Fai la tua domanda agli specialisti