Togliere il pannolino: che risparmio se si fa presto!

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 07/06/2013 Aggiornato il 07/06/2013

Togliere il pannolino precocemente farebbe risparmiare alle famiglie 1.000 euro l’anno. Una “filosofia” nata negli Usa che sta arrivando anche da noi…

Togliere il pannolino: che risparmio se si fa presto!

Arriva la teoria dello “spannolinamento” precoce. Che significa togliere il pannolino al bambino appena mamme e papà iniziano a capire quali sono i segnali che precedono i suoi “bisogni”. Diffusa già negli Stati Uniti, sta arrivando anche in Italia. Togliere precocemente il pannolino consentirebbe alle famiglie un notevole risparmio: da sempre i pannolini per il cambio sono, insieme al latte formulato, la maggiore voce di spesa per mantenere un bebè. Secondo Federconsumatori, nel 2013 per il loro acquisto in un anno si spendono da 648 a 1.052 euro a bimbo, con un aumento medio del 3 per cento rispetto al 2012.

Più facile a dirsi che a farsi…

Certamente, ci voglio attenzione, vista, intuito… per captare al volo i segnali che il piccolo lancia prima di “liberarsi”: pianto, irrequietezza, smorfie, contrazioni della pancia. Una volta colto l’attimo, si possono utilizzare (velocemente!) il vasino o il wc, sostenendo ovviamente bene il bambino. Adottando questa linea di comportamento, diventa possibile riuscire a togliere il pannolino al bambino non, come si fa in genere, intorno ai 2 anni di età, ma addirittura pochi mesi dopo la nascita.

In breve

UNA LINEA DI PENSIERO CON PIU' VANTAGGI

La teoria cosiddetta “dello spannolinamento precoce” sembra conquistare molti genitori, che pensano che sia un modo di preservare l’ambiente dai danni dei pannolini “usa e getta” e anche di prevenire le classiche dermatiti al sederino.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Ricette per lo svezzamento

Vaccini per bambini

Elenco frasi auguri nascita

Elenco frasi auguri battesimo

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perdite di sangue nel primo trimestre: cosa può essere?

27/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una volta escluso, grazie all'ecografia, che il sanguinamento sia dovuto a un distacco o ad altre complicazioni, occorre capire se la causa potrebbe essere un'infezione.   »

Gravidanza: quando conviene annunciarla a parenti e amici?

26/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Non c'è una regola che stabilisce quando è opportuno comunicare a tutti che si è in attesa di un bambino. Il momento in cui farlo dipende da una scelta personalissima che ogni coppia deve fare in base al proprio sentire.  »

Neo sospetto: meglio toglierlo subito o basta tenerlo sotto controllo?

23/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Un neo dall'aspetto poco rassicurante va asportato allo scopo di comprenderne, attraverso l'esame istologico, la natura. Non è però necessario procedere tempestivamente, ma è possibile attendere fino a sei mesi (non di più!) per farne ricontrollare l'evoluzione.   »

Bimbo che rifiuta pranzi e cene (ma come dargli torto?)

20/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Se a un bambino vengono sistematicamente proposti primi e pietanze poco allettanti, costituiti da un insieme di alimenti che, mescolati insieme, perdono sapore si deve mettere in preventivo che a un certo punto si rifiuti di inghiottirli.   »

Fai la tua domanda agli specialisti