Le capacità del bambino – 8° mese

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 13/01/2015 Aggiornato il 28/01/2015

Il piccolo inizia a comprendere molti vocaboli, a interagire con le persone e a raggiungere oggetti spostandosi in autonomia

Mommypedia: il concorso che fa vincere un guardaroba per i bimbi

Afferra gli oggetti più piccoli

A partire dall’ottavo mese di vita, si sviluppano ulteriormente i movimenti fini delle mani, quindi il piccolo riesce ora ad afferrare non solo gli oggetti più grandi, ma anche un oggetto di dimensioni molto piccole come una matita.

Migliorano notevolmente i tentativi di usare il cucchiaio per mangiare. Intorno a quest’epoca compare anche l’intelligenza pratica: il bambino cioè comincia a compiere delle azioni finalizzate, per esempio si sposta per raggiungere un oggetto con cui vuole giocare.

Distingue il volto della mamma.

Ripete l’intonazione degli adulti. Inizia a comprendere molti più vocaboli rispetto a prima.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Ricette per lo svezzamento

Vaccini per bambini

Elenco frasi auguri nascita

Elenco frasi auguri battesimo

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Menarca in bimba di 9 anni: crescerà ancora?

17/01/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Non è così automatico che l'arrivo della prima mestruazione segni la fine della crescita in altezza.   »

Anticorpi: con che quantità si può rinviare la seconda o la terza dose?

17/01/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Fabrizio Pregliasco

A oggi non è ancora stato stabilito quale valore relativo agli anticorpi assicuri una copertura tale da consentire di rimandare (o, peggio, evitare) la vaccinazione.   »

Bimbo difficile, mamma esasperata

11/01/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Può essere davvero emotivamente insostenibile gestire un bambino che urla e piange ogni volta che ci si allontana. Ma la soluzione ci può essere.   »

Fai la tua domanda agli specialisti