Crescita psicomotoria del neonato – 9° mese

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 13/01/2015 Aggiornato il 28/01/2015

Il bambino rimane in piedi per qualche secondo ma non ha il controllo completo dell'equilibrio. Meglio gattonare ancora...

Crescita psicomotoria del neonato – 9° mese

Il piccolo potenzia i suoi movimenti corporei e inizia a gattonare in modo più svelto, spostandosi continuamente da un lato all’altro della casa. Compie i primi tentativi di alzarsi da solo sulle gambe, cercando però sostegno nell’ambiente intorno: per esempio, si aggrappa a una sedia o al divano. Se riesce a erigersi sulle gambe, rimane in piedi qualche secondo e poi cade in modo scomposto. Questo avviene perché non ha sviluppato appieno il senso dell’equilibrio.

Il bimbo migliora notevolmente la sua manualità, imparando a usare l’indice e il pollice delle manine. Impara a fare “ciao” con la mano, è capace di ruotare il corpo e di allungare le braccia per afferrare o indicare gli oggetti che vede accanto a sé.

Se il piccolo lancia qualcosa al di là del suo campo visivo, istintivamente lo va subito a cercare: durante i mesi precedenti, invece, aspettava che qualcuno glielo riportasse e si mostrava sorpreso nel rivedere l’oggetto che aveva lanciato.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo di tre anni con attacchi di rabbia: che fare?

04/12/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Pazienza, comprensione, disponibilità, affetto sono gli ingredienti che aiutano a contrastare le crisi di rabbia di un bimbo di tre anni. Ma comprendere la ragione di certe intemperanze è altrettanto importante.   »

HPV ad alto rischio oncogeno: come avviene il contagio?

03/12/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dott.ssa Elena Bozzola

La trasmissione del Papilloma virus responsabile del carcinoma della cervice avviene quasi esclusivamente per via sessuale.   »

Vaccinazione anti-rotavirus: la ricerca dice sì, senza alcun dubbio sì

27/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Gli ultimi studi compiuti in modo serio e rigoroso sulla vaccinazione antirotavirus hanno evidenziato che si tratta di uno strumento più che sicuro (e prezioso) per la salvaguardia della salute dei piccolini.  »

Fai la tua domanda agli specialisti