Test genetici sui neonati: al via il progetto inglese

Metella Ronconi A cura di Metella Ronconi Pubblicato il 31/01/2019 Aggiornato il 31/01/2019

Genomics England è stato definito il più grande progetto di genetica al mondo. Previsto il sequenziamento del Dna per tutti i nuovi nati inglesi al fine di prevenire molte malattie

Test genetici sui neonati: al via il progetto inglese

Genomics England è il nome della piattaforma governativa che si occupa degli studi genetici in Inghilterra. Coinvolgerà i neonati britannici che, per la prima volta in massa, verranno sottoposti al sequenziamento del loro Dna e contemporaneamente ad altri test medici. L’obiettivo dei test genetici sui neonati è quello di scoprire in anticipo cancro e altre gravi patologie, per poterle curare in modo precoce e salvare così molte vite.

 

Più efficaci per gravi patologie

Tra le malattie che si potranno conoscere in anticipo ci sarà per esempio la fibrosi cistica: grazie ai test genetici sui neonati non sarà più necessaria la prova del tallone, uno screening neonatale che si effettua prelevando una goccia di sangue dal piede del bambino. Al suo posto ci saranno test molto più efficaci, come il prelievo di campioni di saliva, che ampliando il raggio di azione, riconosceranno molte patologie  allo stadio iniziale. Secondo il professor Mark Caufield, alla guida del progetto di Genomics England, conoscendo le predisposizioni dei bambini si potrà cambiare e migliorare il corso della loro vita. 

Cinque milioni in 5 anni

Per il momento è già stato effettuato il sequenziamento di 100mila persone che diventeranno cinque milioni nei prossimi 5 anni, tra adulti e bambini. Grazie a questa tecnica, già in 4 mila hanno scoperto di avere una o più tra le 1.200 gravi malattie genetiche o comunque molto rare e hanno ricevuto subito cure specifiche.

 

 
 
 

Da sapere!

Il ministro della Salute inglese Hancock ha dichiarato che il sequenziamento genomico su larga scala servirà a individuare la prossima generazione di trattamenti, diagnosticare le malattie in anticipo o individuare il rischio di ammalarsi.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Ricette per lo svezzamento

Vaccini per bambini

Elenco frasi auguri nascita

Elenco frasi auguri battesimo

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Pancione: quali traumi (urti, colpi, pressioni) possono danneggiare il bambino?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Qualsiasi trauma addominale che provoca dolore deve essere sottoposto velocemente all'attenzione di un medico del pronto soccorso ostetrico.   »

Risvegli notturni dopo mesi di sonno tranquillo

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Può capitare che a nove mesi inizino i risvegli notturni: possono esserne corresponsabili l'ansia da separazione e la dentizione.   »

Bimbo “atopico”: quali accorgimenti per controllare l’eczema?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

La detrmatite atopica è una malattia cronica che va trattata con i farmaci (in particolare, creme cortisoniche) e controllata mettendo in pratica alcune strategie relative allo stile di vita.  »

Feto con un ventricolo cerebrale lievemente più grande

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se le dimensioni dei ventricoli cerebrali sono maggiori dell'atteso, ma non superiori ai quelle ritenute normali non si è autorizzati a pensare a una patologia.   »

Fai la tua domanda agli specialisti