Svezzamento

https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2022/04/svezzamentointro-640x360.jpg

Come deve avvenire lo svezzamento?

Lo svezzamento o divezzamento è quel passaggio fondamentale nella vita del bambino che passa da un’alimentazione a base di solo latte (materno o formulato) a una dieta solida. Il termine che meglio caratterizza lo svezzamento è gradualità.
Pur essendosi molto allargate negli ultimi tempi le maglie che ingabbiavano lo svezzamento del bebè in uno schema molto rigido, la gradualità nel proporgli via via gli alimenti resta assolutamente fondamentale per poter verificare eventuali reazioni avverse, identificando subito l’alimento responsabile. Ciò non sarebbe invece possibile se, per esempio, si proponessero al piccolo più alimenti “nuovi” insieme (in ogni caso, la ricerca di quello eventualmente responsabile di un episodio avverso sarebbe più complicata e sicuramente meno immediata), oltre a sottoporre l’ancora delicato apparato digerente del piccolo a un inutile stress.

Quanto tempo ci vuole per lo svezzamento?

Classicamente lo svezzamento si considera completo alla fine del primo anno di vita, perché a questa età il piccolo è di norma entrato in contatto con tutti i principali alimenti (fatto salvo rare eccezioni valide per tutti i bambini e/o indicazioni fornite dal pediatra riguardo il singolo bambino, se per esempio risultasse soggetto a una qualche forma di allergia o intolleranza alimentare).
Fatta questa premessa, ogni bambino è un caso a sé: ci sono quelli che a ogni cibo nuovo proposto spalancano la bocca senza problemi e altri più riottosi ad accettare le novità. È difficile, quindi, fare una stima e dare dei tempi validi per tutti. Certo è che la fase dello svezzamento – così come qualsiasi altra che comporta un cambiamento nella vita del bambino – richiede molta pazienza da parte dei genitori che non devono né spazientirsi né demoralizzarsi per eventuali rifiuti di questa o quella pappa da parte del piccolo.

Cosa fare quando il bambino nello svezzamento rifiuta le pappe?

La parola magica è: pazienza. Tanti sono i motivi che possono portare il bambino a rifiutare le pappe: il sapore dei cibi, diverso da quello classicamente dolce del latte. In questo caso si consiglia di proporre al bimbo prima le pappe lattee, più dolci, e di passare in un secondo momento a quelle salate, come la crema di riso e di mais e tapioca. Un’altra ragione spesso all’origine del rifiuto della pappa da parte del bebè è legata all’uso del cucchiaino, uno strumento da lui visto con ostilità se paragonato al caldo e morbido seno dalla mamma. L’approccio al cucchiaino è un momento molto delicato per il piccolo, anche – e soprattutto – da un punto di vista psicologico, perché simboleggia il distacco dalla mamma. Non bisogna perciò irritarsi né spazientirsi. Piuttosto può essere opportuno, ancora prima di iniziare lo svezzamento vero e proprio, cominciare a fare familiarizzare il piccolo con il cucchiaino, proponendoglielo a mo’ di gioco, in modo che quando in seguito dovrà servirsene per mangiare, sarà più propenso ad accettarlo senza fare troppi capricci. È comunque sempre consigliabile utilizzare per le prime pappe del bebè le apposite posatine in silicone, più morbide a contatto con la bocca rispetto ai tradizionali cucchiaini in plastica o metallo.

Come capire se iniziare lo svezzamento?

La premessa fondamentale è che il latte materno è l’alimento ideale per il neonato. L’Organizzazione mondiale della sanità, infatti, raccomanda l’allattamento materno esclusivo al seno fino ai 6 mesi di vita, mentre non c’è un limite alle poppate anche a svezzamento avviato, purché gradite da mamma e bimbo.
A partire dai 6 mesi di vita è opportuno avviare lo svezzamento per garantire al piccolo tutti i nutrienti di cui ha bisogno per crescere e che il solo latte materno non è più in grado di fornire in maniera soddisfacente. Volendo abituare il piccolo all’uso del cucchiaino, si può però cominciare a offrirgli qualche piccolo assaggio di frutta omogeneizzata già verso i 4 mesi. Mentre è controindicato proporre al bebè cibi solidi prima di questa età perché il bambino non è ancora in grado di deglutire i cibi solidi e il suo apparato digerente non è abbastanza maturo per digerire alimenti diversi dal latte.
Ma come capire se il piccolo è pronto a iniziare lo svezzamento? Basta osservarlo. Se il piccolo mostra interesse verso quanto c’è nei piatti di mamma e papà, allunga le manine, cerca di portarsi il cibo alla bocca o anche solo spalanca la bocca e batte le manine con entusiasmo alla vista del cibo…beh, non ci sono dubbi: l’avventura può avere inizio.
Mamma e papà devono però esserne pienamente consapevoli: non sarà un percorso in discesa! Anche il piccolo più curioso ed entusiasta potrà attraversare dei momenti critici, rifiutare la pappa e volere null’altro che il seno materno.
È del tutto normale e non bisogna scoraggiarsi. Fa parte del percorso di crescita del bambino, fatto di alti e bassi.

Quali sono i primi alimenti per lo svezzamento?

Premesso che le rigidità che contraddistinguevano l’avvio e in generale tutto l’iter dello svezzamento si sono parecchio ammorbidite secondo le ultime indicazioni scientifiche, la regola della gradualità resta un pilastro fondamentale, dando la precedenza ad alimenti che siano meno a rischio di reazioni allergiche. Ogni nuovo alimento va inserito nella dieta del bimbo a intervalli di 2-4 giorni.
Fermo restando che prima di introdurre un nuovo alimento nella dieta del bambino, occorre sempre consultarsi con il proprio pediatra, ecco quali sono i cibi più adatti all’inizio della svezzamento:
frutta: mela, pera, banana
verdura: patate, carote, erbette, zucchine e lattuga
cereali: crema di riso, di mais e tapioca, semolino, pastina, biscotti per l’infanzia
formaggio e latticini: formaggio stagionato tipo grana, crescenza, ricotta, yogurt
carne: agnello, coniglio, manzo, pollo, tacchino, vitello, prosciutto cotto magro

Come capire se un bambino è allergico a qualcosa nello svezzamento?

Le allergie alimentari possono causare reazioni avverse di vario tipo. Il sintomo più comune è il gonfiore della lingua e delle mucose della bocca. L’allergia a un cibo può provocare anche dolori addominali e diarrea, in genere poche ore dopo l’ingestione dell’alimento responsabile. Oltre ai disturbi gastrointestinali, possono inoltre comparire asma, con colpi di tosse secca e fastidiosa e sensazione di mancanza d’aria e respiro sibilante, manifestazioni cutanee come l’orticaria, ossia arrossamento, prurito e comparsa di ponfi sulla pelle. In caso di reazione allergica grave, può verificarsi anche uno shock anafilattico con aumento della frequenza respiratoria, tachicardia, difficoltà a respirare e calo della pressione arteriosa. In questo caso occorre recarsi al più presto al Pronto soccorso.

Quali sono i cibi più allergizzanti?

I cibi allergizzanti cui il neonato rischia di essere esposto sono quelli contenenti glutine (una proteina presente in molti cereali), il latte vaccino (motivo per cui se ne sconsiglia l’introduzione prima di uno-due anni di vita), il pesce, l’uovo, il pomodoro, gli agrumi e il miele. Altri sono poi gli alimenti considerati più a rischio di allergia, ma di norma sono comunque esclusi dalla dieta del bambino durante lo svezzamento, come per esempio, i molluschi, i crostacei, le arachidi e la frutta secca.

Che differenza c’è tra autosvezzamento e svezzamento?

Tra le due pratiche esiste un po’ la stessa differenza che c’è tra l’allattattamento a orari rigidi (con un preciso scadenzario orario delle poppate) e quello a richiesta, quando è il bebè a manifestare la volontà di attaccarsi al seno e succhiare il latte. Lo svezzamento (inteso come tradizionale), consiste appunto nell’introduzione a partire dal 4°-6° mese di vita del piccolo di alimenti solidi, seguendo un ordine prestabilito in base al cosiddetto calendario dello svezzamento. Con l’autosvezzamento (definito più propriamente alimentazione complementare a richiesta), invece, si lascia libertà al bambino di avvicinarsi ai cibi che mangiano mamma e papà, con l’accortezza evidente – in quest’ultimo caso – che i genitori stessi seguano una dieta sana.
A cura di Elisa Carcano – 28 aprile 2022

4-6 MESI

https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/pappa-4-6-mesi1-640x373.jpg
Prima pappa Il brodo vegetale è alla base della prima pappa, in quanto rappresenta il modo migliore per permettere alle vitamine e ai sali minerali dispersi nell’acqua di cottura di essere riutilizzati e assimilati dall’organismo del bimbo » Condimenti L’olio per le pappe del bimbo è da preferire l’olio extravergine di oliva, perché è ottenuto dalla prima spremitura delle olive con tecniche meccaniche e non attraverso procedimenti chimici »
https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-schema-pasti-icon1.pngSchema pasti Lo schema dello svezzamento https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-ricette-icon.pngRicette Le ricette per il tuo bambino https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-comportamento2-icon.pngComportamento Le regole fondamentali di comportamento a tavola https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-consigli2-icon.pngConsigli Come superare la prova della pappa

6-8 MESI

https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/svezzamento-6-8-mesi-1-640x373.jpg Prima pappa più ricca
Le verdure sono una fonte di vitamine e minerali molto importanti per la crescita del piccolo. Per questo è bene inserirle fin da subito nella sua alimentazione, seguendo il calendario di introduzione indicato dal pediatra. »
Seconda pappa
In questa fase dello svezzamento il bebè è pronto per l’inserimento della seconda pappa, che sostituirà la poppata della sera. »
https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/svezzamento-6-8-mesi-2-640x373.jpg
https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-schema-pasti-icon1.pngSchema pasti Lo schema dello svezzamento https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-ricette-icon.pngRicette Le ricette per il tuo bambino https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-comportamento2-icon.pngComportamento Le regole fondamentali di comportamento a tavola https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-consigli2-icon.pngConsigli Come superare la prova della pappa

8-10 MESI

https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/svezzamento-8-10-mesi-640x374.jpg Primi assaggi di pesce
Il pesce è un alimento fondamentale nello svezzamento del piccolo: non solo è, al pari della carne, una fonte preziosa di sostanze nutrienti, ma, a differenza della carne, è facilmente digeribile e masticabile dal piccolo, perché contiene una quantità ridotta di tessuto connettivo (quello che tiene unite le fasce muscolari). »
https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-schema-pasti-icon1.pngSchema pasti Lo schema dello svezzamento https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-ricette-icon.pngRicette Le ricette per il tuo bambino https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-comportamento2-icon.pngComportamento Le regole fondamentali di comportamento a tavola https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-consigli2-icon.pngConsigli Come superare la prova della pappa

10-12 MESI

https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/svezzamento-10-12-mesi-640x376.jpg Pasto completo
Soprattutto dopo i 10 mesi, aumenta il fabbisogno nutrizionale del piccolo e è necessario integrare la sua dieta via via con altri alimenti, sempre seguendo il calendario dello svezzamento indicato dal pediatra. »
https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-schema-pasti-icon1.pngSchema pasti Lo schema dello svezzamento https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-ricette-icon.pngRicette Le ricette per il tuo bambino https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-comportamento2-icon.pngComportamento Le regole fondamentali di comportamento a tavola https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-consigli2-icon.pngConsigli Come superare la prova della pappa

12-18 MESI

https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/svezzamento-12-18-mesi-640x374.jpg Mangia come i grandi
A partire da quest’età l’alimentazione del bambino diventa gradualmente sempre più simile a quella degli adulti. »
https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-schema-pasti-icon1.pngSchema pasti Lo schema dello svezzamento https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-ricette-icon.pngRicette Le ricette per il tuo bambino https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-comportamento2-icon.pngComportamento Le regole fondamentali di comportamento a tavola https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-consigli2-icon.pngConsigli Come superare la prova della pappa

QUALI CIBI AL BAMBINO?

https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-acqua.png https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-verdure.png https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-frutta.png https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-succhi.png
https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-condimenti.png https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-carne.png https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-formaggio.png https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-pastina.png
https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-yogurt.png https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-biscotti.png https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-pesce.png https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/mhp-196-uovo.png

CALENDARIO SVEZZAMENTO

https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/calendario-640-frutta-640x288.png
dal 4°-6° mese
mela, pera, banana
dall’8°-9° mese
prugna, albicocca, uva,pesca, kiwidal
12° mese
agrumi
dal 18°-24° mese
fragole, ciliegie, frutta secca
https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/calendario-640-verdura-640x288.png
dal 4°-6° mese
patate, carote, erbette, zucchine,lattuga
dal 7°-8° mese
fagiolini, finocchi, spinaci, zucca
dall’8°- 9° mese
asparagi, cavoli, verze,carciofi
dal 10°-12° mese
cipolla, pomodori
https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/calendario-640-cereali-640x288.png
dal 4°-6° mese
mela, pera, banana
dall’8°-9° mese
prugna, albicocca, uva,pesca, kiwidal
12° mese
agrumi
dal 18°-24° mese
fragole, ciliegie, frutta secca
https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/calendario-640-latte-640x288.png
dal 4°-6° mese
patate, carote, erbette, zucchine,lattuga
dal 7°-8° mese
fagiolini, finocchi, spinaci, zucca
dall’8°- 9° mese
asparagi, cavoli, verze,carciofi
dal 10°-12° mese
cipolla, pomodori
https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/calendario-640-carne-640x288.png
dal 4°-6° mese
mela, pera, banana
dall’8°-9° mese
prugna, albicocca, uva,pesca, kiwidal
12° mese
agrumi
dal 18°-24° mese
fragole, ciliegie, frutta secca
https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/calendario-640-pesce-640x288.png
dal 4°-6° mese
patate, carote, erbette, zucchine,lattuga
dal 7°-8° mese
fagiolini, finocchi, spinaci, zucca
dall’8°- 9° mese
asparagi, cavoli, verze,carciofi
dal 10°-12° mese
cipolla, pomodori
https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/calendario-640-uovo-640x288.png
dal 4°-6° mese
mela, pera, banana
dall’8°-9° mese
prugna, albicocca, uva,pesca, kiwidal
https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/calendario-640-box-2-300x275.png

PRODOTTI PER L’INFANZIA

https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/svezzamento-prodotti-per-infanzia-640x373.jpg
Acqua minerale Omogeneizzati Liofilizzati
Creme di cereali Succhi e nettari Formaggini
Yogurt Pastina Biscotti
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.
A cosa fa bene lo yogurt?

A cosa fa bene lo yogurt?

17/05/2022 Svezzamento di Silvia Camarda

Ai già noti benefici di questo alimento, se ne aggiunge ora uno particolarmente importante, in quanto lo yogurt è risultato protettivo nei confronti della steatosi epatica, malattia sempre più diffusa anche tra i bambini a causa di sovrappeso e obesità. Ecco a cosa fa bene lo yogurt  »

Svezzamento: quando introdurre la pasta?

Svezzamento: quando introdurre la pasta?

08/04/2022 Svezzamento di Silvia Camarda

Quando comincia a non nutrirsi più solo di latte, il piccolo ha sempre più bisogno di cibi energetici per far fronte alle diverse esigenze dell’organismo. Per questo i cereali costituiscono la base fondamentale sia delle prime pappe sia dei pasti principali via via che cresce. Ecco quando introdurre...  »

Quale acqua si usa per lo svezzamento?

Quale acqua si usa per lo svezzamento?

21/03/2022 Svezzamento di Roberta Raviolo

Quando un bambino cresce si pensa sempre a quello che mangia, ma si deve dare importanza anche a quale acqua si usa per lo svezzamento  »

Sorpresa ai frutti di bosco

Sorpresa ai frutti di bosco

31/12/2021 Ricette 12-18 mesi di “La Redazione”

Età: da 12 mesi. Difficoltà: media. Lista della spesa: biscotti, frutti di bosco, latte.  »

Renne di pancarrè

Renne di pancarrè

22/12/2021 Ricette 12-18 mesi di “La Redazione”

Età: da 12 mesi. Difficoltà: bassa. Lista della spesa: pancarrè, ricotta, prosciutto, mozzarella.  »

Alimenti per l’infanzia: l’Unione Europea riduce cadmio e piombo

Alimenti per l’infanzia: l’Unione Europea riduce cadmio e piombo

24/09/2021 Allattamento di Stefania Lupi

Fissati nuovi tetti per cadmio e piombo, contaminanti cancerogeni, in una vasta gamma di prodotti alimentari, in particolare latte e prodotti destinati ai lattanti  »

Pancake con le mele

Pancake con le mele

13/08/2021 Ricette 12-18 mesi di “La Redazione”

Età: da 12 mesi. Difficoltà: media. Lista della spesa: farina, uova, mele, yogurt.  »

Purè di piselli al formaggio

Purè di piselli al formaggio

18/06/2021 Ricette 10-12 mesi di “La Redazione”

Età: da 10 mesi. Difficoltà: bassa. Lista della spesa: piselli sgranati, formaggio spalmabile, olio extravergine d'oliva.  »

Come si prepara la prima pappa del bambino?

Come si prepara la prima pappa del bambino?

31/05/2021 Svezzamento di Silvia Finazzi

Non esistono indicazioni standard: ogni caso è a sé. Ci sono però alcune regole base che aiutano a preparare la prima pappa del bambino  »

La Buona Pappa fa crescere i bimbi sani

La Buona Pappa fa crescere i bimbi sani

25/01/2021 Svezzamento di Silvia Finazzi

I genitori italiani sono sempre più attenti all’alimentazione dei figli. Ma non mancano i dubbi. Il progetto “La Buona Pappa” di Prénatal e Plasmon li aiuta a orientarsi  »

Pagina 1 di 50