Passato di farro

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 10/10/2012 Aggiornato il 29/01/2015

Età: da 10 mesi; Difficoltà: Media

Passato di farro

Ingredienti

15 g di farro, 20 g di ceci, una patata, 
un sedano piccolo, una carota, un cucchiaino di formaggio grattugiato tipo grana, 
un cucchiaino di olio extravergine d’oliva

Preparazione

Metti in ammollo il farro e i ceci circa 8-10 ore prima della preparazione in contenitori separati. 

 

Lava la patata, il sedano e la carota. Pela la patata, pulisci il sedano, spunta e raschia la carota. Taglia tutto a pezzettini. In una pentola antiaderente metti le verdure e i legumi e fai cuocere con coperchio per circa un’ora, fino a quando non sono morbidi.

 

Passa poi il tutto con il passaverdura. Aggiungi il farro e cuoci seguendo le indicazioni riportate sulla confezione e mescola spesso. Aggiungi il formaggio grattugiato e l’olio d’oliva e mescola ancora prima di darlo al piccolo.

 

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Ricette per lo svezzamento

Vaccini per bambini

Elenco frasi auguri nascita

Elenco frasi auguri battesimo

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perché il bimbo in utero non si vede ancora?

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se l'ovulazione avviene più tardi rispetto all'ipotesi può accadere che l'embrione non sia visibile ecograficamente nell'epoca della gravidanza in cui generalmente lo è già.   »

SOS crisi di pianto inconsolabile

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta appurato che il lattante piange per via delle "coliche dei tre mesi", non resta che attendere pazientemente che le crisi a poco a poco diminuiscano fino a sparire. Nella ceretzza che le sue urla disperate sono espressione di forza e di salute.   »

Peso: quale aumento a quattro mesi di vita?

19/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

L'aumento di peso ha un andamento influenzato da alcune variabili, tuttavia intorno al quinto mese di vita dovrebbe essere doppio rispetto a quello presentato alla nascita.   »

Fai la tua domanda agli specialisti