Barchette con crema di fragole

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 22/06/2018 Aggiornato il 22/06/2018

Età: da 12 mesi. Difficoltà: media. Lista della spesa: farina, zucchero, olio extravergine d'oliva, miele d'acacia, yogurt greco magro, fragole

Barchette con crema di fragole
Ingredienti per 3

30 g di farina tipo 00, 10 g di zucchero a velo, un cucchiaio di olio extravergine d’oliva, 2 cucchiaini di miele d’acacia, 60 g di yogurt greco magro, 90 g di fragole, barchette di carta per la presentazione

Preparazione

In una ciotola amalgama la farina con lo zucchero e l’olio, aggiungendo un po’ d’acqua in modo che si formi un impasto omogeneo da far riposare coperto per una mezz’ora. Nel frattempo pulisci bene le fragole, togliendo il picciolo e tagliandole a fette e ungi e infarina 3 stampini tondi da forno. Stendi poi l’impasto molto sottile con l’aiuto di un mattarello, quindi ritaglia 3 cerchi da adagiare negli stampini, pareggiando tutti i bordi di ogni formina. Buca il fondo con una forchetta e fai cuocere in forno a 190° C per 10 minuti. Metti nel bicchiere di un mixer le fragole con il miele e lo yogurt e frulla. Sistema la crema nelle cialde tolte dagli stampini, mettile nelle barchette di carta e servine una al bimbo.

 

CONSULTA LE ALTRE RICETTE PER LO SVEZZAMENTO DEL TUO BAMBINO. CLICCA QUI!

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Ho usato un coltello sporco: rischio la toxoplasmosi?
19/08/2019 Gli Specialisti Rispondono

Se non si è immune alla toxoplasmosi, durante la gravidanza è sempre meglio non usare lo stesso coltello sia per sbucciare la frutta non lavata sia per affettarla.   »

Fibroma e gravidanza
05/08/2019 Gli Specialisti Rispondono

Ci sono fibromi che per collocazione e dimensione non interferiscono sulla possibilità di iniziare e portare a termine una gravidanza,  »

Terzo cesareo a due anni dal secondo: quali pericoli?
22/07/2019 Gli Specialisti Rispondono

In realtà i rischi legati a un terzo cesareo sono più o meno gli stessi dei due cesarei precedenti.   »

Fai la tua domanda agli specialisti