Biscotti delle feste ad alberello

Patrizia Masini A cura di Patrizia Masini Pubblicato il 03/01/2020 Aggiornato il 03/01/2020

Età: da 12 mesi. Difficoltà: bassa. Lista della spesa: farina, uova, zucchero, burro, lievito, cannella

Biscotti delle feste ad alberello

Ingredienti

430 g di farina, 2 uova, 200 g di zucchero, 200 g di burro, una bustina di lievito, 2 cucchiaini di cannella in polvere.

Preparazione

In una ciotola capiente mescola la farina, lo zucchero, il burro fuso, il lievito e le uova fino a formare un composto omogeneo. Fai una palla, arrotola nella pellicola e conserva in frigorifero per almeno mezz’ora. Stendi poi l’impasto su una superficie infarinata in una sfoglia alta circa mezzo millimetro, intaglia a forma di alberello fino a esaurire tutto il preparato. Se non hai l’apposito stampo, usa pure un coltello. Disponi gli alberelli di pasta frolla in una teglia ricoperta con carta da forno e fai cuocere nel forno caldo a 180° C per 7-8 minuti, controllando sempre che i bordi non anneriscano. Far intiepidire gli alberelli e servine uno al bimbo per merenda insieme a una tazza di te deteinato.

 

CONSULTA LE ALTRE RICETTE PER LO svezzamento DEL TUO BAMBINO. CLICCA QUI!

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Ricette per lo svezzamento

Vaccini per bambini

Elenco frasi auguri nascita

Elenco frasi auguri battesimo

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

L’amore per la mamma è “automatico”?

01/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'amore che un piccolissimo prova per la madre è legato al fatto che è la madre a prendersi principalmente cura di lui.  »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti