Crocchette di ricotta e spinaci

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 10/03/2017 Aggiornato il 10/03/2017

Età: da 12 mesi; Difficoltà: bassa; Lista della spesa: ricotta, spinaci, formaggio grattugiato tipo grana, olio extravergine d'oliva, uova, pangrattato

Crocchette di ricotta e spinaci

Ingredienti 

200 g di ricotta, 250 g di spinaci, 50 g di formaggio grattugiato tipo grana, 30 ml di olio extravergine d’oliva, un uovo, 30 g di pangrattato

Preparazione

Sciacqua gli spinaci, così da eliminare tutta la terra, e cuocili al vapore per una decina di minuti. Sminuzzali bene e passali qualche minuto in padella antiaderente con un cucchiaio di olio per farli insaporire. Fai intiepidire. In una ciotola mescola insieme la ricotta con l’uovo, poi aggiungi il formaggio grattugiato e gli spinaci. Con le mani, forma delle polpettine, passale nel pangrattato, disponile su una teglia ricoperta con carta da forno, irrora con l’olio e cuoci in forno a 180° C per 20 minuti. Fai intiepidire e servine qualcuna al bimbo.

 

CONSULTA LE ALTRE RICETTE PER LO SVEZZAMENTO DEL TUO BAMBINO. CLICCA QUI!

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Ricette per lo svezzamento

Vaccini per bambini

Elenco frasi auguri nascita

Elenco frasi auguri battesimo

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba di due anni con i capelli molto radi

24/01/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Nella maggior parte die casi, i capelli dei piccolini diventano più folti con il passare deigli anni, tuttavia se appaiono realmente troppo deboli e mancano in alcuen zone della testa è bene sentire il parere di un dermatologo (in presenza).   »

Menarca in bimba di 9 anni: crescerà ancora?

17/01/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Non è così automatico che l'arrivo della prima mestruazione segni la fine della crescita in altezza.   »

Anticorpi: con che quantità si può rinviare la seconda o la terza dose?

17/01/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Fabrizio Pregliasco

A oggi non è ancora stato stabilito quale valore relativo agli anticorpi assicuri una copertura tale da consentire di rimandare (o, peggio, evitare) la vaccinazione.   »

Fai la tua domanda agli specialisti