Insalata di riso

Patrizia Masini A cura di Patrizia Masini Pubblicato il 02/08/2019 Aggiornato il 02/08/2019

Età: da 12 mesi. Difficoltà: bassa. Lista della spesa: riso, zucchine, peperoni, pisellini, tonno, limone, olio extravergine d'oliva, prezzemolo.

Insalata di riso

Ingredienti per 2

150 g di riso, mezza zucchina, un quarto di peperone rosso, 20 g di pisellini già cotti, 50 g di tonno già scolato dall’olio, un rametto di prezzemolo, succo di un limone, due cucchiai di olio extravergine d’oliva.

Preparazione

Lessa il riso in abbondante acqua per circa 15 minuti, scolalo, raffreddalo sotto l’acqua corrente e condiscilo con poco succo di limone e olio. Copri con pellicola e conserva in frigorifero. Nel frattempo, lessa la zucchina e il peperone in acqua bollente per una decina di minuti, quindi fai intiepidire e taglia a cubetti. Spezzetta il tonno con una forchetta. Disponi il riso in una capiente insalatiera, sgranalo con una forchetta, versa tutti gli altri ingredienti, compresi i pisellini, mescola bene così da amalgamare bene tutti i componenti e servine una porzione al bimbo.

 

CONSULTA LE ALTRE RICETTE PER LO SVEZZAMENTO DEL TUO BAMBINO. CLICCA QUI!

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Ricette per lo svezzamento

Vaccini per bambini

Elenco frasi auguri nascita

Elenco frasi auguri battesimo

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

L’amore per la mamma è “automatico”?

01/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'amore che un piccolissimo prova per la madre è legato al fatto che è la madre a prendersi principalmente cura di lui.  »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti