Involtini di platessa

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 23/11/2018 Aggiornato il 23/11/2018

Età: da 12 mesi. Difficoltà: media. Lista della spesa: filetti di platessa, patate, olive, scorza di limone, prezzemolo, timo, olio extravergine d'oliva.

Involtini di platessa

Ingredienti per 2

180 g di filetti di platessa, 200 g di patate, 5 olive denocciolate, la scorza di mezzo limone, un rametto di prezzemolo, qualche foglia di timo fresco, un cucchiaio di olio extravergine d’oliva.

Preparazione

Fai lessare la patata ancora con la buccia per una mezz’ora, quindi sbucciala, schiacciala con lo schiacciapatate e metti in una ciotola. Trita le olive, il prezzemolo e il timo e aggiungi, insieme alla scorza del limone, alle patate, mescolando per far amalgamare. Metti una parte al centro dei filetti di platessa, arrotola, forma un “involtino” e chiudilo con spago da cucina. Fai scaldare l’olio in una padella antiaderente, disponici gli involtini e cuoci 5 minuti, quindi unisci il vino e aspetta che sfumi completamente prima di servire. Fai attenzione a girare delicatamente gli involtini, perché potrebbero rompersi.

CONSULTA LE ALTRE RICETTE PER LO svezzamento DEL TUO BAMBINO. CLICCA QUI!

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Ricette per lo svezzamento

Vaccini per bambini

Elenco frasi auguri nascita

Elenco frasi auguri battesimo

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo che si sveglia piangendo: cosa può essere?

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

A fronte di un improvviso cambiamento nei ritmi del sonno è opportuno prima di tutto escludere la presenza di un disturbo fisico.   »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti