Panzanella leggera al tonno

Patrizia Masini
A cura di Patrizia Masini
Pubblicato il 10/08/2018 Aggiornato il 28/08/2018

Età: da 12 mesi; Difficoltà: media; Lista della spesa: pane, pomodori, insalata, tonno, basilico, olio extravergine d'oliva

Panzanella leggera al tonno
Ingredienti

Una fetta di pane toscano (circa 80 g), 100 g di pomodori, 50 g di tonno sgocciolato, qualche foglia di insalata, un cucchiaio di olio extravergine d’oliva, qualche foglia di basilico.

Preparazione

Ammolla il pane nell’acqua finché diventa morbido. Lava i pomodori, elimina i semi e la buccia e taglia a pezzettini la polpa. Sciacqua bene l’insalata e il basilico e spezzetta. Sgocciola il tonno e tritalo con una forchetta. Togli il pane dall’acqua, strizza bene e sbriciolalo direttamente in un piattino capiente. Aggiungi quindi il pomodoro a pezzi, il tonno tritato e il basilico a fettine, condisci con l’olio e mescola bene. Fai riposare per almeno mezz’ora prima di servire al bimbo. Attenzione: per rendere ancora più invitante la panzanella, metti il tutto in una pagnotta di pane leggermente svuotata come in foto.

 

CONSULTA LE ALTRE RICETTE PER LO SVEZZAMENTO DEL TUO BAMBINO. CLICCA QUI!

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Bimbo ostile allo svezzamento

Quando un bambino rifiuta con ostinazione le prime pappe e qualsiasi altro alimento diverso dal latte, occorre giocare d'astuzia (armandosi di infinta pazienza).   »

Bimba che di notte si sveglia spesso

I disturbi del sonno possono essere ben controllati con la pratica del co-sleepeeng, che consiste nel far dormire il bambino "accanto ai genitori", ma non nello stesso letto.   »

In che settimana di gravidanza si vede l’embrione con l’ecografia?

In genere l'ecografia permette di vedere il bambino (e il suo cuoricino che batte) a partire dalla sesta settimana di gravidanza.   »

Si ammala spesso: è normale che accada?

Febbre, tosse, raffreddore frequenti sono lo scotto che i bambini pagano alla socializzazione. Non sono preoccupanti: alla fine, nonostante questo, crescono tutti forti e sani. L'unica condizione che deve preoccupare davvero perché espone a pericoli è l'obesità: il resto passa senza conseguenze.   »

Fai la tua domanda agli specialisti