Pizzette effetto mummia

Patrizia Masini A cura di Patrizia Masini Pubblicato il 25/10/2019 Aggiornato il 25/10/2019

Età: da 12 mesi. Difficoltà: bassa. Lista della spesa: pancarrè, olive, passata di pomodoro, formaggio tipo emmental, sale

Pizzette effetto mummia

Ingredienti

4 fette di pancarrè, 4 olive nere denocciolate, 300 ml di passata di pomodoro, 4 fette di formaggio tipo emmental, sale.

Preparazione

Prepara il sugo: in una pentola scalda l’olio extravergine d’oliva, aggiungi la passata di pomodoro e un pizzico di sale e cuoci a fuoco basso per 30 minuti circa, controllando che non attacchi. Spegni e fai raffreddare. Nel frattempo, tosta le fette di pancarrè con un tostapane. Taglia in due ogni singola oliva e le fette di formaggio a strisce di un centimetro circa. Spalma il pane con il sugo di pomodoro, disponi sopra le strisce a mo’ di mummia, incastra sotto il formaggio gli “occhi” fatti con le olive e servi.

 

CONSULTA LE ALTRE RICETTE PER LO SVEZZAMENTO DEL TUO BAMBINO. CLICCA QUI!

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Ricette per lo svezzamento

Vaccini per bambini

Elenco frasi auguri nascita

Elenco frasi auguri battesimo

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perché il bimbo in utero non si vede ancora?

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se l'ovulazione avviene più tardi rispetto all'ipotesi può accadere che l'embrione non sia visibile ecograficamente nell'epoca della gravidanza in cui generalmente lo è già.   »

SOS crisi di pianto inconsolabile

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta appurato che il lattante piange per via delle "coliche dei tre mesi", non resta che attendere pazientemente che le crisi a poco a poco diminuiscano fino a sparire. Nella ceretzza che le sue urla disperate sono espressione di forza e di salute.   »

Peso: quale aumento a quattro mesi di vita?

19/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

L'aumento di peso ha un andamento influenzato da alcune variabili, tuttavia intorno al quinto mese di vita dovrebbe essere doppio rispetto a quello presentato alla nascita.   »

Fai la tua domanda agli specialisti