Polpettine con zucchine e ricotta

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 17/05/2013 Aggiornato il 27/01/2015

Età: da 12 mesi; Difficoltà: Facile

Polpettine con zucchine e ricotta

Ingredienti

80 g di zucchina grattugiata, 100 g di ricotta fresca, 30 g di pangrattato, un cucchiaio di farina, un pizzico di sale

Preparazione

In un recipiente unisci la ricotta con la zucchina grattugiata (fai attenzione che non sia troppo “bagnata”, cercando di asciugarla con della carta assorbente) e il pangrattato. Aggiungi un pizzico di sale.

Amalgama bene gli ingredienti. Con le mani forma delle piccole polpette da passare in un piatto con la farina.

Una volta che le polpette sono leggermente infarinate, adagiale su una teglia da forno ricoperta dall’apposita carta. Inforna a 180° C circa e fai cuocere per 30 minuti, fino a quando assumono un colore dorato.

Togli le polpette dal forno e lasciale intiepidire prima di servirle al bimbo.

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Ricette per lo svezzamento

Vaccini per bambini

Elenco frasi auguri nascita

Elenco frasi auguri battesimo

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacco amniocoriale: tanti dubbi dopo la diagnosi.

23/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Il distacco tra le due strutture che costituiscono la placenta, il sacco amniotico e il sacco coriale ("guscio" della camera gestazionale), non coincide con il distacco della placenta, molto più grave.   »

Quali regole per prevenire la toxoplasmosi?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Le regole che consentono di evitare il contagio da parte del Toxoplasma sono semplicissime ed efficaci.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Fai la tua domanda agli specialisti