Riso primavera

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 20/03/2012 Aggiornato il 26/01/2015

Età: da 12 mesi; Difficoltà: Media

Riso primavera

Ingredienti

50 g riso per l’infanzia, mezza carota, mezza zucchina, un cucchiaino di olio extravergine d’oliva, un cucchiaino di formaggio grattugiato tipo grana, due rametti di prezzemolo, un pizzico di sale fino, 300 ml di acqua

Preparazione

• Lava le verdure e pela la carota. Taglia il tutto a pezzetti di 2-3 centimetri. Fai bollire l’acqua in un pentolino, versa le verdure e cuoci per circa venti minuti.

• Filtra il brodo, conservandolo, e riduci a purea gli ortaggi, passandoli con il passaverdure. Fai bollire il brodo con il sale e aggiungi il riso, facendo cuocere a fuoco basso per circa dieci minuti. Unisci le verdure e versa il tutto in un piatto.

• Quindi aggiungi l’olio, il formaggio grattugiato e il prezzemolo e servire.

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Ricette per lo svezzamento

Vaccini per bambini

Elenco frasi auguri nascita

Elenco frasi auguri battesimo

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ovaio policistico a 20 anni: in quanto tempo gli integratori fanno effetto?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Nessun preparato compie miracoli: per contrastare la sindrome dell'ovaio policistico che viene messa in relazione con il sovrappeso è necessario prima di tutto modificare il proprio stile di vita, a partire dall'alimentazione.  »

Quali regole per prevenire la toxoplasmosi?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Le regole che consentono di evitare il contagio da parte del Toxoplasma sono semplicissime ed efficaci.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Fai la tua domanda agli specialisti