Sformato di finocchi

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 14/02/2012 Aggiornato il 26/01/2015

Età: da 12 mesi; Difficoltà: Media

sformato di finocchi

Ingredienti

300 g di finocchi, un uovo, un cucchiaio di farina, un cucchiaio di formaggio grattugiato tipo grana, 100 ml di latte, un pizzico di sale fino

Preparazione

• Elimina le parti rovinate del finocchio, lavalo e taglialo a spicchi. Lessalo per 10 minuti e tritalo  molto finemente.

• In una zuppiera amalgama alle  verdure l’uovo, il formaggio grattugiato e il sale. Nel frattempo diluisci la farina nel latte, mescolando con una frusta e versala nella zuppiera con gli altri ingredienti.

• Travasa il tutto in una piccola teglia rivestita con carta da forno e cuoci in forno caldo a 180° C per circa 20 minuti. Lascia intiepidire e servi.

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Ricette per lo svezzamento

Vaccini per bambini

Elenco frasi auguri nascita

Elenco frasi auguri battesimo

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Mancato accollamento: è sempre necessario assumere progesterone?

30/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Si parla di "mancato accollamento" quando la parete esterna del sacco gestazionale (corion) non è del tutto adesa alla mucosa uterina: la condizione può risolversi anche solo evitando strapazzi fisici, ovvelo col riposo relativo.  »

Donna Rh negativo: anche dopo un aborto si sviluppano anticorpi contro il sangue Rh positivo?

30/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Esiste un esame che permette di appurare se la donna ha sviluppato anticorpi contro il fattore Rh positivo: si chiama Test di Coombs indiretto e si esegue come un normale prelievo di sangue.  »

Pap test in gravidanza: conviene farlo?

28/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Posto che è il ginecologo curante a dover decidere l'intervallo di tempo tra un pap test e l'altro, in base al risultato ottenuto l'ultima volta che è stato effettuato, in generale non occorre farlo in gravidanza, se sono passati meno di tre anni dall'ultimo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti