Farina di riso alla pera

Patrizia Masini A cura di Patrizia Masini Pubblicato il 17/01/2020 Aggiornato il 17/01/2020

Età: da 4 mesi. Difficoltà: media. Lista della spesa: latte di tipo 1 o 2, farina di riso, omogeneizzato di pera o pera.

Farina di riso alla pera

Ingredienti

180 ml di latte di tipo 1 o 2 a seconda dell’età, 2 cucchiaini di farina di riso, mezzo omogeneizzato di pera (o pera fresca).

Preparazione

Sciogli la farina di riso in poco latte mescolando bene e vigorosamente, così da non far formare dei grumi, e poi aggiungi tutto il latte, sempre mescolando. Con l’aiuto di un omogeneizzatore che non ingloba aria, fai amalgamare con l’omogeneizzato di frutta finché non risulta un composto omogeneo. Se utilizzi la frutta fresca, devi prima omogeneizzarla e poi unirla al composto. Cuoci quindi in un pentolino antiaderente, a fiamma bassa, per qualche minuto, senza portare a ebollizione. Se si vuole servire la farina di riso con il biberon invece che con il cucchiaino, occorre aggiungere un po’ d’acqua.

 

CONSULTA LE ALTRE RICETTE PER LO svezzamento DEL TUO BAMBINO. CLICCA QUI!

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Le flash card di anatomia sono adatte a tre anni di età?

19/02/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Una bimba di tre anni il corpo umano dovrebbe cominciare a conoscerlo partendo dalle varie parti del suo: manine, piedini, nasino, bocca, orecchie e così via.   »

TSH oltre il limite: ci sono rischi in gravidanza?

14/02/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Un valore di TSH che supera di poco la soglia considerata ottimale non espone il feto a particolari pericoli. A patto però di assumere l'Eutirox e di controllare con regolarità la funzionalità tiroidea.   »

Ecografia, mammografia, autopalpazione: ecco le indagini per il seno

11/02/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Scoprire tempestivamente la presenza di un nodulo maligno nella mammella salva la vita. Tre sono le indagini che lo permettono.   »

Fai la tua domanda agli specialisti