Insalata di riso e fagiolini

Dottoressa Rosa Lenoci A cura di Dottoressa Rosa Lenoci Pubblicato il 16/08/2019 Aggiornato il 16/08/2019

Età: da 8 mesi Difficoltà: bassa Lista della spesa: riso, fagiolini, carote, formaggio tipo grana, olio extravergine d'oliva, basilico

Insalata di riso e fagiolini

Ingredienti

50 g di riso, 30 g di fagiolini, una piccola carota, 20 g di formaggio stagionato tipo grana a scaglie sottili, un cucchiaio di olio extravergine d’oliva

Preparazione

Cuoci il riso (a questa età non deve essere cotto al dente ma procedi con la cottura), quindi scolalo e passalo sotto l’acqua corrente. Nel frattempo, spunta la carota già pelata e i fagiolini, tagliali a pezzi e cuocili al vapore per una decina di minuti, finché risultano morbidi. Fai intiepidire. In un piattino amalgama il riso con le verdure, poi unisci le scaglie di formaggio stagionato tipo grana. Condisci con l’olio e servi al bimbo.

 

 

CONSULTA LE ALTRE RICETTE PER LO SVEZZAMENTO DEL TUO BAMBINO. CLICCA QUI!

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Ricette per lo svezzamento

Vaccini per bambini

Elenco frasi auguri nascita

Elenco frasi auguri battesimo

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Lieve perdita di sangue a inizio gravidanza

06/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La gravidanza è un processo in divenire: almeno nelle prime settimane non si dovrebbero trarre conclusioni su come si sta evolvendo, semplicemente in base a una piccola perdita di sangue.   »

Streptococco: dubbi e chiarimenti

06/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Aldo Messina

Le infezioni da streptococco fanno ancora oggi molta paura, per via delle conseguenze (non automatiche!) che potrebbero determinare. In realtà, oggi questo batterio non fa più (tanta) paura.  »

Sovrappeso: è di ostacolo alla fertilità? Assolutamente sì

29/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Molti chili di troppo interferiscono sull'attività delle ovaie, a volte al punto da causare la formazione di ovociti difettosi, che non possono essere fecondati.   »

Fai la tua domanda agli specialisti