Pastina al cavolfiore

Patrizia Masini A cura di Patrizia Masini Pubblicato il 01/02/2019 Aggiornato il 01/02/2019

Età: da 8 mesi. Difficoltà: bassa. Lista della spesa: pastina piccola per l'infanzia, cavolfiore, formaggio grana, olio extravergine d'oliva.

Pastina al cavolfiore

Ingredienti

40 g di pastina per bambini, 60 g di cavolfiore, un cucchiaino di formaggio stagionato tipo grana, un cucchiaio di olio extravergine d’oliva.

Preparazione

Pulisci il cavolfiore, eliminando le foglie e utilizzando solo la parte bianca, lavalo e taglialo a pezzetti piccoli. Fai bollire abbondante acqua in una pentola, versavi il cavolfiore a pezzi e cuoci per poi la pasta, calcolando che il cavolfiore ha bisogno di una decina di minuti di cottura. Scola il tutto (conservando una parte dell’acqua di cottura), versa nel piatto, aggiungi un po’ di acqua di cottura e condisci con olio e formaggio stagionato. Se il piccolo non dovesse gradire la consistenza troppo asciutta, si può aggiungere ancora altra acqua di cottura per ammorbidire di più il tutto. Servi al bimbo ancora caldo.

CONSULTA LE ALTRE RICETTE PER LO svezzamento DEL TUO BAMBINO. CLICCA QUI!

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Ricette per lo svezzamento

Vaccini per bambini

Elenco frasi auguri nascita

Elenco frasi auguri battesimo

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo che si sveglia piangendo: cosa può essere?

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

A fronte di un improvviso cambiamento nei ritmi del sonno è opportuno prima di tutto escludere la presenza di un disturbo fisico.   »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti