Polpette di carne e riso

Patrizia Masini A cura di Patrizia Masini Pubblicato il 22/02/2019 Aggiornato il 22/02/2019

Età: da 8 mesi. Difficoltà: bassa. Lista della spesa: pollo, carota, patata, sedano, riso, pangrattato, formaggio grana, olio extravergine d'oliva.

Polpette di carne e riso

Ingredienti

50 g di pollo, mezza carota, mezza patata, un pezzettino di sedano, 20 g di riso, 20 g di formaggio grana grattugiato, un cucchiaio di olio extravergine d’oliva, 20 g di pangrattato.

Preparazione

Pela e pulisci bene le verdure, quindi tagliale a pezzi. Falle bollire con 500 ml di acqua e unisci poi la carne privata delle parti grasse, cuocendo per circa 15 minuti. Filtra il brodo e passa le verdure con il passaverdure. Taglia a pezzi la carne e frullala con due cucchiai di brodo vegetale, disponendo il tutto in una ciotola capiente. Riporta a bollore il brodo, versa il riso e cuoci per il tempo indicato sulla confezione, scola al dente e unisci al pollo, insieme con le verdure passate, il pangrattato e il grana. Amalgama bene il tutto e, con le mani, fai delle polpettine. Cuoci le polpette in forno su teglia antiaderente per 10 minuti a 200°C, girandole a metà cottura.

 

CONSULTA LE ALTRE RICETTE PER LO SVEZZAMENTO DEL TUO BAMBINO. CLICCA QUI!

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Ricette per lo svezzamento

Vaccini per bambini

Elenco frasi auguri nascita

Elenco frasi auguri battesimo

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ragazzina di 12 anni con problemi di comportamento

04/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

I 12 anni possono essere un'età complicata, ma la pazienza unita a un ascolto attento e affettuoso possono aiutare a fronteggiarli senza troppi scossoni.   »

Fibromi in gravidanza: sono pericolosi?

02/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

I fibromi in sé non costituiscono un pericolo per il bambino in utero, tuttavia è importante tenerli monitorati.  »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Fai la tua domanda agli specialisti