Neonato, uno scienziato in fasce

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 21/01/2016 Aggiornato il 21/01/2016

Il neonato sarebbe una sorta di scienziato in culla. È capace di discriminare, elaborare e, a suo modo, di categorizzare gli stimoli. Vediamo come e perché

Neonato, uno scienziato in fasce

Il neonato avrebbe un’intelligenza da vero scienziato. Eppure, soltanto qualche decennio fa, la credenza e la convinzione erano che il neonato non vedesse né sentisse. Oggi questo tipo di prospettiva viene completamente ribaltata grazie a nuovi studi.

Sviluppo cognitivo dei neonati

Come ha scoperto la dottoressa Francesca Simion, ricercatrice e psicologa presso il Cognitive Infant Lab dell’Università di Padova, lo sviluppo cognitivo del neonato presenta sorprese incredibili.  Il tutto è stato rilevato in trent’anni di ricerche utilizzando strumenti diagnostici come l’eye tracking e l’elettroencefalogramma.

Riconoscono gli stimoli

Il neonato ha capacità che sorprendono proprio perché, da questi nuovi studi, appare come una mente scientifica benché digiuna di categorie e preconcetti. Tra gli stimoli perfettamente riconosciuti dai neonati, troviamo quelli di tipo sociale. Nello specifico, il neonato mostra un interesse incredibile per volti umani che riconosce, apprezzando in particolari modo lo stimolo di tipo visivo. Addirittura, a 24 ore di vita, mostra di essere più attratto dai movimenti biologici rispetto a quelli meccanici.  Ma c’è di più: messo di fronte a due palline, il cervello del neonato è in grado di percepire il rapporto di causalità che le lega ovvero quale sia la pallina che viene mossa e quale si muova di conseguenza.

L’esperienza della vita

Partendo da tali basi, l’uomo poi si specializza attraverso l’esperienza. Passa, infatti, da una condizione di dilettante a uno stato di esperto del mondo Vi sono, poi, alcune “skills” che si acquisiscono già a tre mesi, per esempio il riconoscimento dell’etnia a partire dal volto.

Ostacoli nel percorso

Questa osservazione dello sviluppo cognitivo del neonato, così come le nuove scoperte, possono aiutare anche a individuare segnali e fattori di rischio relativi a eventuali ritardi nello sviluppo, nonché a  forme autistiche. E proprio l’autismo, se diagnosticato precocemente, può essere trattato con maggiore efficacia e garantire ai piccoli pazienti, e poi all’adulto, una migliore qualità della vita.

 

 
 
 

da sapere!

Nonostante osservino tutti allo stesso modo, i neonati mostrano il valore della loro unicità anche in fasce. Per esempio, hanno diverse preferenze e sono attratti o imitano smorfie di diverso tipo.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Ricette per lo svezzamento

Vaccini per bambini

Elenco frasi auguri nascita

Elenco frasi auguri battesimo

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Salpingografia: a cosa serve?

10/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La salpingografia è l'esame che indaga sulle tube alllo scopo di verificare se siano aperte o no. Allo stesso tempo, grazie al mezzo di contrasto, durante l'indagine eventuali ostruzioni possono essere rimosse.   »

Incompleto accollamento delle decidue: cosa vuol dire?

05/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La decidua è l'endometrio durante la gravidanza, in cui l'embrione si annida. Al di sotto c'è chorion, che è il "guscio" che delimita la camera gestazionale entro cui c'è la membrana amniotica o amnios, che è come un sacchetto che racchiude feto e liquido amniotico. Viene definito "mancato accollamento"...  »

Bimbo di 19 mesi che cambia spesso umore

04/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Paola Rolando

Non è raro che verso i due anni il bambino inizi ad avere momenti di nervosismo, manifesti rabbia o ribellione, sia capriccioso: accogliere le sue emozioni negative, facendolo sentire compreso e protetto è il modo migliore per contenere le crisi e fargli recuperare in fretta serenità e allegria.   »

Si può concepire con un solo ovaio e una sola tuba controlaterale?

23/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se una tuba è efficiente è possibile che durante l'ovulazione, anche se a carico dell'ovaio controlaterale, si muova dalla sua sede abituale e si allunghi per captare l'ovocita.  »

Fai la tua domanda agli specialisti