Anche per i brevi tragitti… controlla le gomme!

Contenuto sponsorizzato

In città, persino per i piccoli spostamenti, il tipo e la condizione dei pneumatici sono fondamentali per la sicurezza in auto. Tanto più in inverno

Anche per i brevi tragitti... controlla le gomme!

INFORMAZIONI PUBBLICITARIA

 

I pneumatici sono l’unico punto di contatto tra l’automobile e la strada. Vanno scelti con cura e controllati periodicamente perché rappresentano l’elemento di sicurezza in caso di frenata o di terreno scivoloso. E questo vale sempre, anche in città, perché, al di la del tipo di macchina, possono fare la differenza per la tenuta di strada e per prevenire gli incidenti. Con il freddo, poi, le gomme giocano un ruolo ancora più importante, perché per la sicurezza stradale è necessaria una maggiore aderenza.

Attenzione in città

Spesso si pensa di verificare lo stato di usura dei propri pneumatici solo prima di affrontare lunghi viaggi in automobile. In realtà, è anche per i piccoli spostamenti, come quelli tra casa e scuola, che occorre che i pneumatici siano in ottime condizioni. Tra semafori, traffico, parcheggio, le gomme devono dare stabilità di guida e consentire di guidare in massima sicurezza. Se poi si è di fretta perché presi dai mille impegni quotidiani, allora poter contare su pneumatici correttamente mantenuti ed adatti alla stagione ed alle condizioni meteo, aiuta a guidare con meno stress, sapendo di poter affrontare in sicurezza frenate impreviste.

In inverno maggiori rischi

Con l’arrivo del freddo i pneumatici sono così importanti per la sicurezza in auto che possono subentrare restrizioni specifiche. Dal 15 novembre, e generalmente quando le temperature sono più rigide – sotto i 7 gradi, possono esserci ordinanze locali (provincie o regioni, tratti autostradali e percorsi specifici), che obbligano ad equipaggiare l’auto con le gomme invernali o avere le catene a bordo. Il motivo è la tenuta di strada. Con le basse temperature la mescola dei pneumatici normali tende a indurisi e si riduce il grip. Questo si traduce in un potenziale aumento del rischio di incidente, perché per frenare è necessario maggiore spazio. Se poi ci si trova su neve e ghiaccio, come può capitare in inverno, generalmente lo spazio di frenata aumenta ancora di più. I pneumatici invernali Continental, grazie a uno speciale mix della mescola, a un disegno avanzato del profilo e alle speciali lamelle, rimangono flessibili ed elastici assicurando ottime prestazioni.

Continental, gli esperti della protezione

L’offerta di pneumatici oggi è sempre più vasta, ma con Continental si è certi della sicurezza. Continental considera il pneumatico come una parte di un più grande “sistema sicurezza” di un’auto, sviluppando costantemente nuove tecnologie che rendono la guida piu sicura. Vengono così utilizzati solo materiali di altissima qualità: un pneumatico è costituito da diversi componenti che devono lavorare sinergicamente per raggiungere il risultato ottimale. I pneumatici Continental sono sottoposti a numerosissimi test, su strada e nelle condizioni più estreme. E la sicurezza paga. Continental infatti è il quarto produttore mondiale di pneumatici e una macchina ogni tre prodotta in Europa è equipaggiata con pneumatici Continental di serie.

Occhio alla pressione e al battistrada

La manutenzione delle gomme si basa essenzialmente su due fattori, che vanno sempre controllati periodicamente.

– La profondità del battistrada: per legge il residuo minimo non deve essere inferiore a 1,6 millimetri, ma se si scende sotto i 3 millimetri la distanza di frenata aumenta in modo considerevole e il pericolo di scivolare si incrementa. Attraverso indicatori appositi Continental aiuta l’automobilista a capire quando si è sotto tale valore, invitando ad avere ancora più prudenza fino alla sostituzione dei pneumatici.

– La pressione di gonfiaggio: oltre il 50% delle auto in circolazione viaggia con una pressione di gonfiaggio dei pneumatici non adeguata, riducendone la durata. Mantenere la corretta pressione indicata dal produttore dell’autoveicolo consente maggior sicurezza, minori consumi di carburante, migliori performance di guida e maggiore durata.

 
 
 

In breve

PER INFORMAZIONI

Per saperne di più puoi consultare il sito internet di Continental:  www.continental-pneumatici.it.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Contenuto sponsorizzato

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Colesterolo alto in gravidanza: ci sono rischi per il bambino?

14/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Durante la gravidanza un aumento del valore del colesterolo (entro certi limiti) è fisiologico, tuttavia ogni caso va considerato a sé quindi spetta al ginecologo curante stabilire, in base alla storia clinica della singola donna, se l'incremento può essere o no la spia di qualcosa che non va.   »

Bassa statura di una ragazzina in prossimità del menarca: aumenterà ancora un po’?

09/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

La statura è influenzata in modo rilevante dalla genetica, ma gioca un suo ruolo anche l'eventualità che il bambino sia nato pretermine. In ogni caso, anche dopo l'arrivo della prima mestruazione (menarca) le ragazze in genere continuano a crescere di alcuni centimetri.  »

Ginnastica prepuziale nei piccolissimi: perché non si deve fare?

08/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Forzare il prepuzio di un piccolino a scendere verso il basso fino a scoprire il pene può essere pericoloso. la fimosi fisiologica è un meccanismo di difesa voluto dalla natura che fa sempre le cose per bene.   »

Fai la tua domanda agli specialisti