Biberon pulito? Sì, ma solo con il detergente apposito

Contenuto sponsorizzato

Nessun dubbio: i biberon vivono più a lungo se lavati a mano. NUK ha sviluppato un detergente per biberon con ingredienti a base naturale che sgretola le proteine del latte e i resti di cibo. Ideale per pulire biberon e piattini. Nella massima sicurezza ed efficacia

Biberon pulito? Sì, ma solo con il detergente apposito

Un biberon è molto più di un oggetto: è un testimone della crescita del bimbo. All’inizio è un biberon per il latte, ma subito dopo risulta perfetto per tè o acqua: in poco tempo diventa come un bicchiere usato durante lo svezzamento o in attività all’aperto. Così, spesso, viene utilizzato per anni, dal momento che è facile da portare in borsa per trasportare qualunque liquido per il bambino. Fondamentale, quindi, pulirlo bene, a fondo e senza temere problemi per il piccolo, come con il detergente per biberon di NUK.

Effetto protezione

Una corretta igiene e un detergente speciale sono importati per i biberon, le tettarelle e altri oggetti che possono essere usati per lungo tempo. NUK ha sviluppato questo speciale detergente per i suoi biberon e le sue tettarelle. Leggero e con ingredienti a base naturale adatto per il lavaggio a mano, è delicato sui materiali in modo da far vivere gli oggetti più a lungo. Per questo, anche dopo tanti lavaggi, non rimangono segni di usura, come aree porose.

Meglio evitare la lavastoviglie

Il lavaggio a mano di biberon e accessori è sempre consigliato. I detergenti per lavastoviglie, in genere aggressivi e per di più potenziati dal calore, attaccano la superficie dei biberon, portandoli ad avere alcune crepe. Inoltre contengono sbiancanti, che possono danneggiare il design dei biberon. Senza contare che i residui del detersivo potrebbero restare all’interno della bottiglia e degli accessori ed essere ingeriti durante il pasto successivo. Ecco perché si consiglia sempre di lavare i biberon e le tettarelle a mano e poi di sterilizzarli.

Specifico contro i residui di latte

Spiegazione Detergente

Il detergente per biberon NUK lavora contro le proteine del latte: contiene enzimi a base naturale che si attaccano alle proteine del latte e i resti di cibo e li rimuovono dai biberon, piatti o ciotoline. I normali detergenti per i piatti, invece, sono particolarmente efficaci contro grassi del cibo perché i loro principali ingredienti sono tensioattivi chimici. Questi dissolvono i grassi e consentono a quelli rimanenti di essere lavati via con l’acqua. Un detergente per biberon, però, ha fini diversi: non deve affrontare i grassi di cottura dell’arrosto della domenica, deve soltanto essere efficace contro le proteine del latte e i resti di cibo secchi sul fondo dei biberon, piatti e ciotoline.

Massima delicatezza

Il detergente per biberon NUK, grazie ai suoi ingredienti a base naturale, si attacca alle proteine del latte, le sgretola per poi farle eliminare con l’acqua. È veramente delicato per i bambini: gli ingredienti a base naturale che contiene si distinguono dai cosiddetti detergenti per i piatti “delicati” o “morbidi” che semplicemente contengono un additivo nutriente che ha un effetto positivo sulla pelle. Con il detergente per biberon NUK si può dormire sonni tranquilli: sui biberon non ci saranno resti di pasti passati e nessun odore di pulito non gradito. Questo detergente, infatti, non contiene né profumi né coloranti.

In breve

SICUREZZA E PRATICITÀ

Le mamme possono usare il detergente per biberon NUK senza preoccupazione, perché è liquido come l’acqua, si dissolve istantaneamente, lavora a fondo, è affidabile e si risciacqua senza lasciare traccia.

 

Bimbisaniebelli per NUK

Contenuto sponsorizzato

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Ho usato un coltello sporco: rischio la toxoplasmosi?
19/08/2019 Gli Specialisti Rispondono

Se non si è immune alla toxoplasmosi, durante la gravidanza è sempre meglio non usare lo stesso coltello sia per sbucciare la frutta non lavata sia per affettarla.   »

Fibroma e gravidanza
05/08/2019 Gli Specialisti Rispondono

Ci sono fibromi che per collocazione e dimensione non interferiscono sulla possibilità di iniziare e portare a termine una gravidanza,  »

Terzo cesareo a due anni dal secondo: quali pericoli?
22/07/2019 Gli Specialisti Rispondono

In realtà i rischi legati a un terzo cesareo sono più o meno gli stessi dei due cesarei precedenti.   »

Fai la tua domanda agli specialisti