Festa della mamma 2021, un regalo che aiuta i più fragili

Roberta Raviolo A cura di Roberta Raviolo Pubblicato il 06/05/2021 Aggiornato il 06/05/2021

Fino a domenica 9 maggio, per la festa della mamma 2021, in tutti i punti vendita Coop si può acquistare la Mini Calla dell’Associazione italiana ricerca Alzheimer onlus

Festa della mamma 2021, un regalo che aiuta i più fragili

Ed eccoci arrivati alla Festa della mamma 2021, che per il secondo anno consecutivo si celebra con le restrizioni legate alla pandemia di Covid-19. Il piacere di festeggiare la propria mamma con un pensiero affettuoso si può unire al desiderio di fare anche qualcosa di concreto per le persone fragili, particolarmente bisognose di attenzioni, che proprio a causa dell’emergenza rischiano di essere a volte dimenticate. Come i malati di Alzheimer o di altre forme di demenza, hanno subito pesanti privazioni in termini di assistenza e vicinanza.

Una calla fiorita per dare aiuto

Aiutare queste persone è possibile con un gesto che renderà doppiamente felici le mamme per la loro festa: l’acquisto di una deliziosa Mini Calla nei punti vendita Coop in tutta Italia, grazie all’iniziativa portata avanti dall’Airalzh, l’Associazione italiana ricerca Alzheimer onlus fino al 9 maggio, giorno in cui si celebra la Festa della mamma 2021. Per ogni piantina venduta, 1 euro sarà devoluto ad Airalzh per sostenere gli sforzi in campo scientifico portati avanti dalla Onlus e dai suoi ricercatori.

La pandemia di Covid-19 ha colpito soprattutto gli anziani e le persone più fragili, riportando in primo piano l’importanza di andare avanti nella ricerca in generale e in modo particolare nell’aiuto di coloro che sono più esposti alle difficoltà pratiche e psicologiche. Le persone con Alzheimer e altre forme di demenza fanno parte del novero di circa un milione e 400mila malati, insieme ai loro famigliari e ai cargiver che raggiungono i tre milioni di persone.

L’importanza della ricerca

Airalzh è l’unica associazione che promuove e sostiene a livello nazionale la ricerca medico-scientifica sulla malattia dell’Alzheimer e sulle altre forme di demenza. Un aspetto importante, tenendo conto che oggi una cura definitiva per queste malattie non esiste, anche se ci sono trattamenti in grado di rallentarne la progressione. Allo stesso modo, sono scarsi gli aiuti alle famiglie, sulle cui spalle ricade spesso la totale assistenza ai malati.

3 motivi per acquistarla

Con questa iniziativa, sono almeno tre le ragioni per acquistare la Mini Calla per la Festa della mamma 2021:

1 fare felici le mamme (ma anche le nonne, le zie, le sorelle, le amiche) con un bellissimo fiore,
2 aiutare la ricerca,
3 fornire un sostegno al florivivaismo, altro settore che ha pesantemente risentito della pandemia.

 

 
 
 

Una curiosità

Nel linguaggio floreale, la calla indica la bellezza: bellezza fuori ma anche dentro, quando si può aiutare chi ha bisogno. È un fiore che ama i climi temperati e abbellisce ambienti, davanzali e balconi.

Fonti / Bibliografia

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tic in una bimba di tre anni e mezzo

17/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dott. Leonardo Zoccante

In presenza di tic che compaiono all'improvviso è buona regola prima di tutto effettuare alcuni specifici esami del sangue e un tampone faringeo per la ricerca dello streptococco.  »

Bimba di 18 mesi che non vuole più il latte

16/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

A svezzamento completato, il latte non è più indispensabile: come ottima alternativa c'è lo yogurt.   »

Una gravidanza dopo aver smesso l'”anello”: quanto ci vuole?

13/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisabetta Canitano

La possibilità di rimanere incinta dopo aver smesso la contraccezione ormonale varia da donna a donna: generalizzare non si può.  »

Fai la tua domanda agli specialisti