G! come giocare torna a Milano dal 17 al 19 novembre

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 10/11/2017 Aggiornato il 10/11/2017

G! come giocare significa giochi, spettacoli, letture, laboratori e perfino controlli: è la fiera che anticipa il Natale per grandi e piccoli

G! come giocare torna a Milano dal 17 al 19 novembre

Non vedete l’ora che arrivi il Natale con il suo carico di magia e doni per tutti? Allora non potete perdervi l’appuntamento con G! come giocare,  una tre giorni dedicata al mondo dei giocattoli e al divertimento di tutta la famiglia. Giunta alla sua decima edizione, questa manifestazione è davvero unica nel suo genere e rappresenta il preludio perfetto alle festività natalizie. In programma dal 17 al 19 novembre a FieraMilanoCity, farà la gioia di grandi e piccoli.

Una manifestazione incentrata sui giocattoli

Ideata e promossa dal Salone Internazionale del Giocattolo, società di servizi di Assogiocattoli, G! come giocare è la prima manifestazione in Italia per partecipazione di aziende: basti pensare che lo scorso anno è stata scelta da oltre 100 imprese del settore. Del resto, i suoi obiettivi sono  proprio quelli di fungere da vetrina per il maggior numero possibile di giocattoli e di diffondere la cultura del gioco.

Spazio anche per laboratori e spettacoli

Per il suo decimo compleanno, G! come giocare ha deciso di rinnovarsi. Quest’anno, infatti, gli spazi espositivi saranno raddoppiati, per accogliere più prodotti e aiutare così le famiglie nella scelta dei giocattoli da regalare a Natale. Non solo. Ci sarà un intero padiglione dedicato a laboratori, letture e spettacoli, dove i bambini potranno divertirsi, sperimentare e mettersi alla prova. Impareranno, per esempio, i temi del riciclo e della sostenibilità, a preparare dei “lavoretti di Natale” e anche a cimentarsi con food e cake design. E tanto altro ancora.

Controlli della vista per grandi e piccoli

Oltre a due spazi dedicati agli screening gratuiti della vista (uno con ottici per adulti e uno con oculisti e ortottisti per i bambini), ci sarà un’area dove degli animatori ed educatori intratterranno i piccoli con attività ludico-educative sul funzionamento dell’occhio e della vista, sulle buone pratiche di prevenzione e su come salvaguardare la salute oculare. Gli adulti potranno sottoporsi ad anamnesi refrattiva, esame della refrazione e test di Amsler effettuati dagli ottici; mentre i più piccoli saranno sottoposti a controllo della vista e a test ortottici eseguiti da medici oculisti e ortottisti di Vision + Onlus. La strumentazione è stata messa a disposizione da Essilor.

L’aiuto degli psicologi

Durante la tre giorni dedicata al mondi del giocattoli, sono previsti poi dei momenti in cui gli esperti dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia saranno a disposizione delle famiglie, con momenti per dialoghi “informali” e anche laboratori per aiutare le famiglie a capire qualcosa in più sull’importanza del gioco.

Tutto a tema natalizio

Come se non fosse già abbastanza, G! come giocare sarà completamente a tema natalizio: lo spazio espositivo, le luci, la musica, gli allestimenti, tutto ricreerà l’atmosfera del periodo più magico dell’anno. Inoltre, i bambini potranno anche imbucare la propria letterina nel vero Post Office di Babbo Natale.

 

 

DA SAPERE

PRENOTARE PRIMA
Fino al 16 novembre, i biglietti di G! come giocare sono disponibili anche oline, sul sito www.gcomegiocare.it, con tariffe scontate di prevendita e pacchetti pensati su misura per le famiglie.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Quarto cesareo: quali rischi?
09/09/2019 Gli Specialisti Rispondono

Affrontare un cesareo, dopo averne effettuati altre tre, espone la donna a numerose eventualità spiacevoli che è bene considerare prima di decidere per una nuova gravidanza.  »

Bimba che sta attraversando i “terribili due anni”
03/09/2019 Gli Specialisti Rispondono

A due anni il bambino può diventare terribile. E' una fase della crescita sana e naturale che si può affrontare senza soccombere. Basta sapere come è meglio fare.   »

Vaccinazione DTP: è da fare in gravidanza?
02/09/2019 Gli Specialisti Rispondono

Oggi viene considerato opportuno sottoporre le donne incinte al richiamo vaccinale contro difterite, tetano e pertosse affinché il nascituro possa contare su anticorpi sufficienti a proteggerlo, nei primi mesi di vita, dalle tre malattie.   »

Fai la tua domanda agli specialisti