Idee regalo di Medici Senza Frontiere

Contenuto sponsorizzato

Tante proposte solidali, uniche e irripetibili, da scegliere e donare come regali di Natale per sostenere i progetti medici che Medici Senza Frontiere porta avanti in oltre 60 Paesi nel mondo

Idee regalo di Medici Senza Frontiere

Anche quest’anno, a Natale, Medici Senza Frontiere consiglia regali utili, che fanno felice chi li riceve e donano un aiuto concreto a centinaia di migliaia di persone vittime di conflitti, epidemie e catastrofi naturali. Nella Bottega Solidale di Medici Senza Frontiere, online su www.bottegasolidale.msf.it, c’è un’ampia scelta di prodotti per bimbi e adulti, cartoline e regali virtuali per sostenere i progetti in oltre 60 Paesi del mondo.

Prodotti per bambini

RIDOTTO Natale_MSF_bambino_bebé 01

Per bimbi e bebè tante proposte, tutte 100% equosolidali e 100% cotone bio. Dal Bavaglino rosso con omino, logo e scritta stampata Bebè Senza Frontiere, disponibile con donazione minima di 8 euro, al Body rosso senza maniche con omini Medici Senza Frontiere stilizzati e cuore sul fronte e scritta Bebè Senza Frontiere con logo sul retro (da 13 euro) fino alla Felpa rossa da bimbo con zip e logo sul cuore (da 16 euro). Da notare che tutti questi articoli sono prodotti da piccole aziende o associazioni benefiche in India o Bangladesh che garantiscono un corretto salario agli artigiani.

Agende e calendari

RID Agenda_Calendario_MSF_01

L’Agenda per il 2018 è comoda ed elegante, all’interno ogni pagina contiene tre giorni, ognuno dei quali suddiviso per ore, con ampio spazio per segnare gli appuntamenti (da 12 euro), il Calendario da tavolo 2018 è fatto da dodici mesi con foto Medici Senza Frontiere da tutto il mondo (da 5 euro).

Piccoli pensieri da 2 euro

RID Bracciali_MSF_corda_gomma

Per chi vuole fare solo un pensiero, ci sono il Bracciale rosso in silicone con scritta bianca Medici Senza Frontiere (da 2,5 euro) e il Bracciale in stoffa regolabile con scritta bianca Medici Senza Frontiere (da 3,50 euro).

Cartoline virtuali last minute

cartoline330x160_2

Sono dedicate a chi potrà beneficiare di cure e assistenza gratuita grazie al lavoro di Medici Senza Frontiere. Sono disponibili in versione cartacea oppure digitale e quindi utili come regali last minute perché possono essere ordinate fino all’ultimo. Bastano 9 euro, per esempio, per donare tre zanzariere da letto, 20 euro per garantire due parti sicuri, 42 euro per 323 dosi di vaccino antitetano per le mamme e 50 euro per il trattamento di un bambino malnutrito o per un serbatoio di acqua potabile.

Un aiuto concreto

msf210222_medium

“Scegliendo un regalo della nostra Bottega Solidale si può sostenere l’azione delle nostre équipe che curano, vaccinano e assistono centinaia di migliaia di persone in contesti di emergenza, che dipendono dagli aiuti per la loro stessa sopravvivenza” spiega Annalaura Anselmi, direttrice della raccolta fondi di Medici Senza Frontiere.

 
 
 

DA SAPERE

SEMPRE INDIPENDENTI

Medici Senza Frontiere, nata nel 1971, è la più grande organizzazione medico-umanitaria indipendente al mondo. Nel 1999 è stata insignita del Premio Nobel per la Pace. Opera in oltre 60 paesi portando assistenza alle vittime di guerre, catastrofi ed epidemie. Per ordinare i regali occorre andare sulla Bottega solidale di Medici Senza Frontiere www.bottegasolidale.msf.it

BIMBISANIEBELLI PER MEDICI SENZA FRONTIERE

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Contenuto sponsorizzato

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccinazione in bimba di 5 anni: ci sono pericoli se la mamma è incinta?

04/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Antonio Clavenna

Durante la gravidanza non ci sono rischi se si sottopone il primogenito alla vaccinazione contro difterite-tetano-pertosse-poliomielite.  »

A 9 mesi legumi sì o no?

03/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Chiara Boscaro

I legumi possono essere introdotti nell'alimentazione del bambino a partire dal sesto mese di vita, a patto che siano decorticati.   »

Bimba di due anni problematica: ma lo è davvero?

27/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Ci sono casi in cui non è il bambino a essere particolarmente difficile da gestine, ma i genitori a nutrire aspettative sul suo comprotamento che lui, per via della sua età, non può (ancora) soddisfare.  »

Fai la tua domanda agli specialisti