Il nuovo Genius è un succhietto davvero geniale

Contenuto sponsorizzato

Il nuovo succhietto Genius è il miglior succhietto Nuk di sempre. Concepito dagli esperti Nuk sulla forma del seno materno e garantito dai medici dentisti, è ancora più morbido e rispettoso dei dentini. Piacerà ai bimbi e… alle loro mamme!

Il nuovo Genius è un succhietto davvero geniale

 

BIMBISANIEBELLI PER NUK

Nulla rassicura e calma il neonato come il fatto di poter succhiare. Quando il seno ha bisogno di una pausa, però, viene in aiuto il ciuccio, per consentire al piccolo di succhiare e consolarsi. Nuk ha modellato i suoi succhietti sulla forma del capezzolo materno mentre allatta, rendendoli delicati con bocca e dentini. Il tutto con la garanzia della qualità 100% “Made in Germany”. Così non solo il bimbo si calma, ma esercita i muscoli della bocca e della mandibola e favorisce un sano sviluppo orale. Non si può chiedere di più a un succhietto!

Simile al capezzolo materno

NUK genius 2.0 blu

Il nuovo Nuk Genius si basa sulle ultime scoperte mediche e scientifiche per riprodurre al meglio la natura. Concepito dai ricercatori Nuk e garantito dai medici dentisti, si ispira al capezzolo materno per essere naturalmente morbido ed elastico.

Extra morbido e liscio

NUK succhietto più morbido e liscio

La forma della tettina è stata ulteriormente migliorata rispetto alla versione precedente: è più liscia e il 45% più morbida per modellarsi perfettamente sul palato del bimbo. 

Extra sottile e stretto

NUK succhietto più sottile

L’attaccatura del succhietto è molto sottile (35% più sottile del modello precedente) e particolarmente stretta per ridurre la pressione su denti e mandibola.

Prende la forma della bocca

NUK bimbo che dorme con Genius

Tutte queste caratteristiche permettono al nuovo Genius di modellarsi perfettamente al palato del bimbo, proprio come fa il capezzolo materno. Inoltre, aiuta a ridurre malformazioni dentali e a promuovere il corretto sviluppo di mandibola, palato, lingua, labbra e denti. Anche quando il bimbo dorme con il succhietto in bocca.

Aiuta lo sviluppo mandibolare

La forma migliorata del succhietto Nuk Genius riduce il rischio di disallineamento dei denti e della mandibola. La tettina extra-piatta garantisce più spazio per la lingua e per il normale movimento di suzione. Come spiega il dottor Biagio Patanè, medico specialista in ortodonzia e odontostomatologia infantile, “è importantissimo che la lingua del neonato, durante la suzione, possa appiattire il più possibile la stessa tettarella contro il palato”: così avviene con il nuovo Genius.

In tante misure

PACK_NUK_genius 2m

“La tettarella del ciuccio – spiega sempre il dottor Patanè – dovrebbe occupare una certa parte del cavo orale, in modo da interferire il meno possibile con la posizione dei denti davanti del bambino e con la motilità linguale. È meglio evitare di utilizzare dei ciucci di misura più piccola rispetto l’età del bambino, per non avere effetti collaterali nocivi sulla cavità orale”. Il nuovo Genius è disponibile in 4 taglie, anche in quella “neonati” da 0 a 2 mesi, per i bambini più piccoli.

 

 

 
 
 

DA SAPERE

 

NUK, OLTRE 60 ANNI DI ESPERIENZA

Nuk lavora nell’ambito dei prodotti per l’infanzia da oltre 60 anni con serietà e dedizione. Per questa ragione Nuk è il numero 1 in Germania nel mercato dei succhietti, dei biberon e delle tettarelle.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Contenuto sponsorizzato

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ragazzina di 12 anni con problemi di comportamento

04/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

I 12 anni possono essere un'età complicata, ma la pazienza unita a un ascolto attento e affettuoso possono aiutare a fronteggiarli senza troppi scossoni.   »

Fibromi in gravidanza: sono pericolosi?

02/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

I fibromi in sé non costituiscono un pericolo per il bambino in utero, tuttavia è importante tenerli monitorati.  »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Fai la tua domanda agli specialisti