Il sonno dei bambini: consigli pratici e melatonina

Contenuto sponsorizzato

Dormire bene è fondamentale per il benessere dei bambini e della loro crescita ma lo è anche per i genitori. Mamma e papà diventano creativi quando si tratta di trovare nuovi modi per far addormentare i piccoli, dal portarli in giro in macchina ad appendersi al soffitto vestiti da apetta di carillon… Ecco, invece, i metodi più efficaci

Il sonno dei bambini: consigli pratici e melatonina

I figli mettono a dura prova la tenacia e la resilienza dei genitori quando li privano del sonno.  Nel mondo occidentale il 25% dei bambini soffre di disturbi del sonno sotto i 5 anni di vita, percentuale che diminuisce quando arriva l’età scolare. Crescere bene significa anche dormire bene. Il sonno, secondo il professor Franco Panizon, considerato il padre della pediatria italiana, è “il tempo in cui il cervello impara, rinsalda la memoria, in cui cerca la pace con se stesso e, attraverso il sogno, il senso della vita”.

Di quante ore di sonno hanno bisogno i bambini?

Gli esperti del sonno ritengono che la quantità sufficiente di sonno vari da persona a persona, da bambino a bambino. Hanno però individuato una media di sonno legato all’età.

• I bambini fino ai 12 mesi dovrebbero riposare dalle 14 alle 18 ore distribuite durante il giorno e la notte.

• I bambini in età scolare dovrebbero dormire invece 12- 14 ore, comprendendo il pisolino pomeridiano e il sonno della notte.

• I bimbi in età scolare invece avrebbero bisogno di dormire dalle 10 alle 12 ore.

Ci sono bambini che hanno bisogno di dormire tanto e altri ai quali bastano poche ore di riposo, bambini che hanno difficoltà a rilassarsi e addormentarsi e altri che si risvegliano continuamente. Pensare che tutti i bambini si comportino allo stesso modo al momento della nanna non è realistico.

Riposare bene la notte significa anche essere più svegli e attivi di giorno, avere migliori prestazioni cognitive, sociali, emotive e scolastiche.

Consigli per la buona nanna

Ci sono poche regole per una corretta igiene del sonno da tenere a mente.

• Dopo le 16.00, non date ai piccoli bevande che contengono caffeina o teina.

• Cercate di andare a letto ogni giorno alla stessa ora.

• Create un  ambiente confortevole e accertatevi che la temperatura della cameretta sia intorno ai 20° C.

• Create una routine della nanna.

• Spegnete tutti i device almeno un’ora prima della nanna.

Quando le buone abitudini da sole non sono sufficienti è raccomandabile rivolgersi al proprio pediatra di fiducia che potrà consigliarvi una formulazione a base di melatonina, come Pisolino gocce.

Buonanotte con Pisolino gocce

pisolino gocce def

Pisolino gocce è un integratore alimentare di melatonina che contribuisce alla riduzione del tempo necessario per prendere sonno. L’effetto benefico si ottiene con l’assunzione di 1 mg di melatonina, poco prima di coricarsi. Pisolino gocce ha un buon sapore di vaniglia e cacao, è senza glutine e naturalmente privo di lattosio e può essere utile se associato alle buone norme di igiene del sonno.

A differenza di quanto si pensa, la melatonina non da assuefazione.

Ricordiamo sempre che gli integratori alimentari non devono mai essere intesi come sostituti di una dieta varia ed equilibrata.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Contenuto sponsorizzato

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Pancione: quali traumi (urti, colpi, pressioni) possono danneggiare il bambino?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Qualsiasi trauma addominale che provoca dolore deve essere sottoposto velocemente all'attenzione di un medico del pronto soccorso ostetrico.   »

Risvegli notturni dopo mesi di sonno tranquillo

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Può capitare che a nove mesi inizino i risvegli notturni: possono esserne corresponsabili l'ansia da separazione e la dentizione.   »

Bimbo “atopico”: quali accorgimenti per controllare l’eczema?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

La detrmatite atopica è una malattia cronica che va trattata con i farmaci (in particolare, creme cortisoniche) e controllata mettendo in pratica alcune strategie relative allo stile di vita.  »

Feto con un ventricolo cerebrale lievemente più grande

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se le dimensioni dei ventricoli cerebrali sono maggiori dell'atteso, ma non superiori ai quelle ritenute normali non si è autorizzati a pensare a una patologia.   »

Fai la tua domanda agli specialisti