In edicola dal 10 Dicembre il nuovo numero di Bimbisani & belli di Gennaio

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 09/12/2016 Aggiornato il 09/12/2016

In Bimbisani & belli di questo mese tante idee regalo in vista del Natale. Come sempre, tanti consigli per la futura e per la neomamma. In più, tutte le novità in campo di assistenza sanitaria e nella cura dei prematuri. E molto altro ancora...

 

3@BSB01 Cover GENNAIO corr.indd

Nel nuovo numero di Bimbisani & belli 25 idee per Natale, i menù per i pranzi delle Feste e tanti altri consigli per gli acquisti nello Speciale La Vetrina. Un ampio servizio è poi dedicato ai nuovi Lea, i Livelli essenziali di assistenza, e ai progressi della medicina nella cura dei prematuri. Attenzione poi ai mali di stagione del piccolo e alla cura delle pelle della mamma. E molto altro ancora…

  • Svezzamento: i biscotti, non solo buoni
  • Salute: bronchiolite, attenzione al bebè
  • Prematuri: placenta artificiale al posto dell’incubatrice
  • Attesa: perché mi scappa sempre la pipì?
  • neonato: il mio bebè… lo indosso
  • Parto: in ospedale come a casa
  • bellezza: difendi così il viso dal freddo
  • Attesa: listeriosi, quali rischi comporta

 

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo che si sveglia piangendo: cosa può essere?

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

A fronte di un improvviso cambiamento nei ritmi del sonno è opportuno prima di tutto escludere la presenza di un disturbo fisico.   »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti