“Latte nelle scuole”: Mila vince in Trentino e non solo

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 06/05/2019 Aggiornato il 06/05/2019

Mila, Latte Montagna Alto Adige, si aggiudica anche per l’anno scolastico 2018-19 il bando di gara ministeriale “Latte nelle Scuole” in Trentino - Alto Adige e nelle province di Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova.

“Latte nelle scuole”: Mila vince in Trentino e non solo

Il Programma “Latte nelle scuole” è una campagna di informazione destinata a circa 382.000 studenti delle scuole primarie italiane che vuole informare sul valore del latte e dei latticini. L’obiettivo è sensibilizzare i bambini, ma anche i genitori e gli insegnanti, rispetto alle caratteristiche nutrizionali del latte e dei latticini per insegnare loro a consumare correttamente questi prodotti.

Dall’Alto Adige alla Lombardia

Sinonimo di latte 100% dell’Alto Adige proveniente dai masi di montagna, il marchio Mila ha vinto questo bando di gara in Trentino – Alto Adige e in alcune province della Lombardia (Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova), grazie alla genuinità e alla sicurezza della materia prima utilizzata nei suoi prodotti. I bambini coinvolti saranno circa 35.000.

Laboratori e prodotti gratuiti

La distribuzione gratuita settimanale delle referenze di Mila agli alunni delle scuole aderenti è iniziata a partire dal 2/3 maggio 2019. Il progetto prevederà anche laboratori sensoriali, lezioni riguardo i concetti di stagionalità e territorialità, degustazioni, eventi informativi e altre iniziative speciali.

Una curiosità

Il Programma “Latte nelle Scuole” è promosso e organizzato dal Ministero delle Politiche Agricole insieme al contributo dell’Unione Europea.

 

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Pillola dimenticata: è alto il rischio di gravidanza?

01/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Gaetano Perrini

Se ci si dimentica di assumere il contraccettivo orale, basta prenderlo entro 12 ore dall'abituale per non correre rischi.   »

Educazione di una piccina: quali istruzioni vanno seguite?

27/05/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

I bambini non sono robot: non ci si può aspettare che basti impartire una semplice dritta per ottenere i comportamenti desiderati.   »

Fertilità della donna dopo i 40 anni: cosa la influenza?

19/05/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

L'età anagrafica condiziona fortemente la possibilità di concepire. Ma non solo: altri fattori entrano in gioco e tra questi c'è il peso corporeo.  »

Fai la tua domanda agli specialisti