Lilliput: 10 anni con i bambini e con le famiglie

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 22/03/2013 Aggiornato il 22/03/2013

Alla Fiera di Bergamo, che si terrà dal 21 al 24 marzo, torna Lilliput, il Villaggio creativo dedicato al mondo dell’infanzia. Il Salone educativo organizzato da Promoberg festeggia con tante novità le sue prime 10 edizioni

Lilliput: 10 anni con i bambini e con le famiglie

Quest’anno Lilliput taglia il traguardo della decima edizione; per l’occasione, al già tradizionale ricco programma – con aree didattiche e laboratori, giochi e attività sportive, spettacoli, incontri con i propri beniamini – si aggiungono tante altre belle novità.
Il Villaggio Creativo di Lilliput avrà un’estensione di 20mila metri quadrati, suddivisi tra i tre padiglioni e la Galleria centrale al coperto del polo fieristico, e un’ampia area esterna. Oltre 100 spazi ludico-educativi per giocare, apprendere, scoprire, praticare sport, recitare, cantare, ballare, suonare, e molto altro ancora! Nei due padiglioni principali saranno operative l’area ludico-sportiva (padiglione A), e quelle dedicate ai laboratori, alla didattica, e ai due palchi per gli spettacoli e l’intrattenimento (B). Il padiglione C sarà disponibile, invece, quale comodo spazio al coperto per il pranzo al sacco.

Tra educazione e divertimento

Le attività ludico-sportive vedono protagoniste federazioni, enti e gruppi che si occupano di sport. L’area presenterà più pratiche sportive nelle loro diverse componenti, dall’educazione motoria alla multi sportività. Anche le attività didattiche allacceranno diverse tematiche, riguardanti: l’arte, l’alimentazione, la scienza e la tecnica, la multimedialità, l’intercultura, la musica, l’ecologia e i servizi. Visto quanto accaduto nelle scorse edizioni, è facile prevedere un grande successo anche per l’area teatrale, pronta a ospitare tanti spettacoli di vario genere e i beniamini delle trasmissioni televisive più amate dai bambini.
Sarà sicuramente presa d’assalto anche l’area esterna, dove i visitatori troveranno i maxi scivoli gonfiabili, i cavalli, l’elicottero del 118, le dimostrazioni della Polizia di Stato, e molto altro ancora.

Un successo ogni anno crescente

Dal 2004 a oggi, sono stati migliaia gli animatori e gli operatori professionali coinvolti. Così come sono state innumerevoli le classi primarie e materne che vi hanno partecipato. Decine i concorsi, tra i quali le fasi finali di Cartolandia (il concorso dell’Eco di Bergamo), che ha coinvolto ogni anno moltissimi bambini. Centinaia gli eventi collaterali, tra i quali le premiazioni ai personaggi e ai progetti più amati dai piccoli. Fondamentali per il successo di Lilliput, le sinergie con enti, istituzioni, associazioni, e con le tante realtà che ruotano attorno al pianeta degli under 12. Ciò ha portato, per esempio, a realizzare il Villaggio creativo-educativo dal 2012 anche a Napoli, presso la Città della Scienza, il museo interattivo con sede a Bagnoli recentemente distrutto da un incendio doloso. Il rogo di Bagnoli non fermerà comunque i progetti stilati da Promoberg e dalla Città della Scienza: a Bergamo è prevista la prima uscita della Città della Scienza dopo il rogo, mentre Lilliput conferma una nuova edizione davanti al golfo di Napoli, dal 30 aprile al 5 maggio. Presso lo stand della Città della Scienza sarà attiva anche una raccolta fondi a offerta libera, destinata alla sua ricostruzione.

Per maggiori informazioni sul programma:

www.villaggiolilliput.it

In breve

UN FORMAT INNOVATIVO E COINVOLGENTE

Le prime due giornate sono riservate alle scuole (quindi ai bambini dai 3 ai 12 anni), mentre durante il fine settimana il Villaggio è aperto a tutta la famiglia.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Comportamenti (in)soliti durante il sonno: perché?

10/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Annalisa Pistuddi

Durante il sonno possono verificarsi episodi di regressione che nascono dalla necessità di scaricare tensioni emotive accumulate nelle ore di veglia. E' poco opportuno invadere questo spazio intimo cercando di indurre bruscamente il risveglio.  »

Esami oculistici a inizio gravidanza: ci sono rischi?

10/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Antonio Clavenna

Valutare l'opportunità di effettuare determinate indagini oculistiche nelle prime settimane di gravidanza spetta allo specialista a cui ci si affida.   »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Fai la tua domanda agli specialisti