Mommypedia: il concorso che fa vincere un guardaroba per i bimbi

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 11/12/2012 Aggiornato il 11/12/2012

Fino al 21 dicembre partecipa al concorso di Prénatal dopo esserti iscritto/a a Mommypedia su Facebook o sul sito di Prénatal e carica una foto o un video

Mommypedia: il concorso che fa vincere un guardaroba per i bimbi

Mommypedia, il dizionario online che descrive le emozioni delle mamme

È partito il concorso di Prénatal legato all’iniziativa Mommypedia. Ecco di che cosa si tratta.
Mommypedia è un dizionario online delle mamme che si arricchisce ogni giorno di nuovi significati che descrivono emozioni precise. In pratica andando sull’applicazione Facebook di Prénatal (http://www.facebook.com/prenatalitalia/app_189904554479175) o direttamente sul sito di Prénatal (http://www.prenatal.it/prenatal/it/home.html), i genitori hanno l’opportunità di creare un vero e proprio dizionario attraverso immagini, video e le loro personali definizioni per descrivere come ogni parola cambia il suo significato dopo il lieto evento.
Qualche esempio? Definizione data dalle mamme di “bagnetto”: “Momento in cui l’acqua ti sembra sempre troppo fredda o troppo calda”.

Si può vincere un guardaroba per bambini

Partecipando al concorso Mommypedia è possibile vincere un guardaroba per il proprio bambino pari al valore di 500 euro in buoni acquisto. Saranno decretati due vincitori, ovvero la miglior foto e il miglior video, scelti dalla giuria Prénatal tra le 50 foto e i 50 video più votati dagli utenti.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Sertralina in gravidanza contro ansia e attacchi di panico: ci sono rischi?

17/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Durante la gravidanza, se necessario si possono assumere psicofarmaci della categoria degli SSRI (inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina) senza esporre il bambino a rischi. Ben peggio sarebbe non impiegarli quando ve ne è bisogno.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Preoccupata per l’assenza di sintomi “di gravidanza”

19/04/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è così automatico che la gravidanza, una volta iniziata, determini la comparsa di sintomi specifici, quindi l'assenza dei disturbi "tradizionali" (nausea, tensione al seno e così via) non deve essere interpretata come un segnale per forza negativo.  »

Fai la tua domanda agli specialisti