Nato in Gran Bretagna un bambino… extra large

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 29/03/2013 Aggiornato il 29/03/2013

Al momento della nascita pesava oltre il doppio di un bambino dal peso medio. Ora, a distanza di un mese dal parto, il “piccolo” George è finalmente a casa, con i suoi genitori

Nato in Gran Bretagna un bambino… extra large

Si chiama George ed è uno dei neonati più grandi che siano mai venuti al mondo con un parto naturale. È nato un mese fa, al Gloucestershire Royal Hospital, in Gran Bretagna. La mamma, di 21 anni, ci ha messo 16 ore per farlo nascere, dopo un travaglio difficile, seppur aiutato da una analgesia epidurale, che ha messo in pericolo la sua vita. A George i medici avevano dato solo il 10 per cento di possibilità di sopravvivere, dal momento che era rimasto “incastrato” durante il parto a causa delle sue già grosse spalle ed era rimasto senza respirare per ben 20 minuti. Per fortuna, il “piccolo” George ora è fuori pericolo, ha potuto lasciare il reparto specializzato dell’ospedale in cui era ricoverato ed è andato finalmente a casa con i suoi giovanissimi genitori. Inutile dire che indossa già abitini per bebè di oltre 6 mesi! I medici, che lo hanno avuto in cura in queste settimane, hanno comunque rassicurato i genitori dicendo che la “taglia” del bambino si normalizzerà con il tempo.
Una curiosità: il bimbo “gigante” che detiene il record del mondo è nato nel 1978 in Ohio (Usa) e pesava più di 10 chili!

In breve

Mamma e bebè stanno finalmente bene

Dopo quasi un mese di degenza in ospedale, in rianimazione prima e in un reparto specializzato poi, il piccolo George è stato dichiarato finalmente fuori pericolo ed è tornato a casa con i suoi genitori, entrambi di 21 anni.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fimosi del prepuzio in bimbo di sei anni: che fare?

15/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Se la pelle che ricopre il glande è serrata, è opportuno che il bambino impari, dopo il bagno o la doccia, a tirarla dolcemente all'indietro, fermandosi quando avverte dolore. La manovra, se effettuata regolarmente con mano leggera, può servire.   »

Streptococco B: quale cura?

01/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Lo streptococco B individuato in vagina non va curato in modo specifico. Solo al momento del parto rende opportuna la profilassi antibiotica per evitare che il bambino venga contagiato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti