Nuoto bimbi: scegli così il costume giusto

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 20/09/2017 Aggiornato il 20/09/2017

Si sa che il nuoto fa bene ai bambini, ma perché loro si appassionino e ne traggano il massimo vantaggio, occorre scegliere bene il costume e l'accappatoio. Se si sentono costretti e limitati nei movimenti, oppure sempre bagnati fuori dall'acqua, potrebbero finire per allontanarsi da questo sport

Nuoto bimbi: scegli così il costume giusto

Il nuoto è un’attività così salutare e adatta ai bambini che è consigliata fin dai primi mesi di vita. È il più completo di tutti gli sport, contribuisce allo sviluppo armonico della struttura muscolare e scheletrica, non ha alcuna controindicazione. Dai tre anni può essere una vera attività sportiva mentre per l’agonismo i pediatri consigliano di aspettare i sei anni e anche oltre.

Attività salvavita

Il nuoto non è solo lo sport completo per eccellenza ma è anche un salvavita per i bimbi più piccoli. Bisognerebbe, infatti, imparare a nuotare sin dai 3-4 anni di età, facendo vincere così la paura dell’acqua ed evitare poi incidenti in piscina o al mare, più comuni di quanto si pensi.

Attenzione al costume

La scelta del costume da nuoto è importantissima. In generale, non vanno beni i normali costumi per il mare, ma occorre prediligere quelli tecnici studiati apposta per le attività in piscina. Questi garantiscono tenuta e libertà di movimento sicuramente apprezzati anche dai bimbi più piccoli, che non amano sentirsi costretti.

Resistente al cloro

Per il bimbo che frequenta un corso in piscina, occorre un costume con una buona resistenza al cloro, quindi un modello privo di elastan, altrimenti dopo poco tempo il costume può diventare brutto e lasso. Gli ingegneri di Decathlon hanno trovato un materiale a base di poliestere sostituendo le fibre di elastan con una fibra PBT: ciò conferisce elasticità al tessuto e soprattutto resistenza al cloro. Inoltre asciuga rapidamente e resiste all’aggressione degli UV: i colori sono più stabili, anche quelli più vivaci.

La forma migliore

Bassa 2 maillots girl nageuse reguliere[8347479]tci_scene_001.jpg[-1_-1xoxar]

La forma deve assicurare sostegno muscolare e tenuta durante la pratica. Il costume intero deve dare una grande libertà di movimento durante gli allenamenti: per questo in genere è consigliato alle bambine che vanno almeno una volta alla settimana in piscina un costume con dorso a O. Kamije Alljely di Decathlon, per esempio, garantisce un grande confort grazie alla forma a O del dorso che lascia le spalline che si allungano sulle spalle per liberare le scapole. Ha poi una sgambatura media, non troppo svasata, per lasciare libere le gambe di muoversi. Ed è resistente al cloro.

L’accappatoio in microfibra

swim boy girl bathrobe [8371353cc,8371355cc]tci_scene - 000 --- Expires on 01-03-2022

La microfibra è un tessuto ideale per il nuoto perché asciuga rapidamente e occupa poco spazio. L‘accappatoio microfibra bambino Nabaiji di Decathlon, per esempio, è leggero, facile da trasportare grazie all’apposita sacca, con ottime qualità assorbenti che favoriscono un’asciugatura ottimale. In più, per la massima praticità, è lavabile in lavatrice e resiste ai lavaggi frequenti senza strapparsi.

Da sapere

ISTRUZIONI PER IL LAVAGGIO

I costumi vanno sciacquati dopo l’uso e poi lavati anche in lavatrice a massimo 40°C.

 

BIMBISANIEBELLI.IT PER DECATHLON

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Esposizione alla diossina: quali rischi per il feto?
16/09/2019 Gli Specialisti Rispondono

Durante la gravidanza, l'esposizione alla diossina non è particolarmente rischiosa per il bambino.  »

Bimba che sta attraversando i “terribili due anni”
03/09/2019 Gli Specialisti Rispondono

A due anni il bambino può diventare terribile. E' una fase della crescita sana e naturale che si può affrontare senza soccombere. Basta sapere come è meglio fare.   »

Vaccinazione DTP: è da fare in gravidanza?
02/09/2019 Gli Specialisti Rispondono

Oggi viene considerato opportuno sottoporre le donne incinte al richiamo vaccinale contro difterite, tetano e pertosse affinché il nascituro possa contare su anticorpi sufficienti a proteggerlo, nei primi mesi di vita, dalle tre malattie.   »

Fai la tua domanda agli specialisti