Pannolini, il green che piace all’ambiente

Contenuto sponsorizzato

La scelta dei pannolini giusti è importante per garantire alla pelle dei più piccoli il comfort e il senso di asciutto di cui hanno bisogno, se poi il pannolino è green a ringraziare è anche l’ambiente

Pannolini, il green che piace all’ambiente

Si dice che chi guarda il mondo con gli occhi dei bambini abbia una visione più chiara di ciò che veramente conta. Questo è vero specialmente in tema di salvaguardia dell’ambiente. Con uno o più bambini, il primo consapevole step verso un ambiente più pulito passa inevitabilmente dalla scelta dei pannolini.

Per un futuro più green

Avere a cuore la sostenibilità delle nostre scelte è fondamentale per garantire un futuro migliore ai nostri piccoli. Ecco perché LILLYDOO, l’innovativo brand tedesco di prodotti per bambini, ha ideato LILLYDOO green, i primi pannolini LILLYDOO a ridotto impatto ambientale, per sostenere i genitori in un cammino consapevole verso un futuro più verde. LILLYDOO usa materiali ecosostenibili: dall’innovativa confezione in carta certificata FSC® da foreste sostenibili alla cellulosa grezza non sbiancata. Inoltre, la collaborazione con partner come Plastic Bank® e ClimatePartner permette di ridurre al minimo l’impatto sull’ambiente dei pannolini LILLYDOO green, rendendoli climate neutral.

 

LILLYDOO int1_

Qualità e innovazione

La linea LILLYDOO green unisce alla riconosciuta qualità di ogni prodotto LILLYDOO, un ridotto impatto ambientale. Infatti, i pannolini LILLYDOO green non sono solo ecosostenibili, ma anche altamente assorbenti e ideali per pelli sensibili, perché privi di sostanze non necessarie. Certificati da istituti indipendenti, come MADE IN GREEN, OEKO-TEX® e Dermatest, i pannolini LILLYDOO green hanno anche due divertenti fantasie: “Watch Me Grow” e “Up, Up and Away”, create appositamente per i piccoli amanti della natura.

LILLYDOO int2

La scelta consapevole che fa bene all’ambiente

Il tutto, con l’intento di agevolare in ogni famiglia la consapevolezza che, anche attraverso i semplici gesti di ogni giorno, è possibile fare le migliori scelte sostenibili per un mondo più pulito. I pannolini LILLYDOO green sono prodotti utilizzando meno plastica possibile. La collaborazione con Plastic Bank® permette inoltre di compensarne l’inevitabile – seppur minimo – utilizzo, rimuovendone dall’ambiente il 10% in più rispetto alla quantità utilizzata da LILLYDOO nel produrre i propri pannolini.

Comodità e risparmio

La possibilità di ordinare i pannolini comodamente da casa rende ancora più comoda e conveniente la scelta green. Su Lillydoo.com è possibile richiedere una confezione di prova gratuita, nonché ordinare una confezione singola o usufruire della comodità e del risparmio del 25% su ogni ordine che l’abbonamento flessibile mette a disposizione dei genitori più attenti. Consegne e resi sono gratuiti, inoltre c’è la possibilità di programmare la consegna e di personalizzare di volta in volta l’ordine con diversi tipi di pannolini e prodotti.

LILLYDOO int3

Spedizioni carbonio-neutrali

L’impegno green LILLYDOO abbraccia il futuro anche in tema di spedizione. Con l’abbonamento LILLYDOO green, infatti, le spedizioni sono carbonio-neutrali e, grazie alla collaborazione con ClimatePartner, LILLYDOO compensa le emissioni delle spedizioni. Dai pannolini alle salviettine, dai teli cambio ai prodotti di skincare, LILLYDOO è particolarmente attenta alla pelle delicata e sensibile dei più piccoli: alta qualità, zero profumi, lozioni e altre sostanze nocive. Inoltre, tutti i prodotti sono certificati PETA e dunque “vegan & cruelty free”. Per una scelta ancora più consapevole e un futuro sempre più green.

 

 

 
 
 

Da sapere!

Il pacchetto prova è disponibile non solo per chi vuole provare i pannolini LILLYDOO green, ma anche i pannolini LILLYDOO classici, formulati per pelli sensibili e superassorbenti con l’innovativa tecnologia Turbo Tunnel. 

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Contenuto sponsorizzato

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Voglio un figlio (a 44 anni) ma ho paura che non sia sano: che fare?

27/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La scelta di avere un figlio in età avanzata è personalissima: nessuno specialista può dare consigli al riguardo, solo indicare i rischi a cui si potrebbe andare incontro, in modo da permettere di decidere con consapevolezza.  »

Quarto cesareo a 30 anni: sono proprio tanti i rischi?

26/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo espone la donna a vari rischi che è bene valutare attentamente anche con l'aiuto del ginecologo curante.  »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti