Racconta e vinci con Giotto e co…

Patrizia Masini A cura di Patrizia Masini Pubblicato il 26/11/2020 Aggiornato il 26/11/2020

Nell’anno del suo centenario, F.I.L.A. promuove un concorso che dà voce alle storie di chi ha usato con passione questi pennarelli, matite e paste. In palio per i 100 vincitori ci sono 100 valigette anniversario da collezione

Racconta e vinci con Giotto e co…

Il 2020 segna il Centenario di F.I.L.A. – Fabbrica Italiana Lapis ed Affini, conosciuta con i marchi Giotto, Didò, Das, Tratto e Pongo. Un traguardo importante per questa azienda italiana icona della creatività e del Made in Italy, presente oggi in oltre 150 paesi in tutto il mondo. In questi 100 anni, F.I.L.A. è entrata nella vita di intere generazioni con i suoi strumenti per colorare, disegnare, modellare e creare. Una presenza costante nel quotidiano delle persone e compagna delle loro passioni creative.

Il concorso

Racconta e vinci è il concorso dedicato alla condivisione delle esperienze, dei ricordi, degli aneddoti e dei sogni che legano agli strumenti creativi di F.I.L.A.: matite, pennarelli, pastelli, plastiline e molto altro. Le storie possono essere buffe, tenere, commoventi o strabilianti: la libertà è massima.

Partecipare è semplicissimo. Basta registrarsi sulla piattaforma raccontaevinci.fila.it, fino al 31 dicembre 2020 e candidare la propria esperienza. Le storie saranno condivise – previa moderazione, secondo quanto descritto nel regolamento – e pubblicate sul sito per alimentare un racconto corale e partecipato tra passato, presente e futuro.

100 valigette anniversario

Entro il 29 gennaio 2021, la giuria tecnica decreterà le 100 storie più meritevoli e originali che saranno premiate con 100 valigette anniversario da collezione in edizione limitata (ogni valigetta in legno contiene ben 100 matite GIOTTO anniversario). Il regolamento completo è disponibile su www.raccontaevinci.fila.it.

 

Una curiosità

Il contest trae ispirazione da Cento anni di FILA, il libro dedicato al Centenario ed edito da Corraini Edizioni: un racconto di eventi, emozioni e creatività che lega la storia dell’azienda alle voci di 100 persone, note e comuni, unite dalla stessa passione e tese al futuro.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccino anti-CoVid-19: non è vero che ostacola la fertilità. Anzi.

21/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professor Matteo Bassetti

Non ci sono dati che autorizzino a sostenere che la vaccinazione contro l'infezione da Sars-CoV-2 interferisca sulla fertilità.   »

Fontanella anteriore chiusa in una bimba di 4 mesi: è preoccupante?

20/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se l'accrescimento della circonferenza cranica è regolare e se lo sviluppo neuropsicologico è adeguato all'età, la chiusura precoce della fontanella non deve destare alcuna preoccupazione.   »

Come togliere il seno a un bimbo di 18 mesi (difficile da gestire)?

15/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Banale eppure risolutivo: per smettere di allattare, quando diventa un peso insostenibile, basta non offrire più il seno e passare alla tazza.   »

Bimbo di 4 mesi con fossette nella piega interglutea: c’è da preoccuparsi?

12/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

E' davvero raro che una piccola anomalia in prossimità dell'ano che vari specialisti hanno considerao priva di significato dal punto di vista medico possa essere la spia di spina bifida.   »

Bimbo con dolore forte al lato sinistro dell’addome

05/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Annamaria Staiano

La causa più frequente di un dolore intenso nella parte alta e sinistra dell'addome è quella che i pediatri americani definiscono "stitichezza occulta".  »

Camera gestazionale piccola: c’è da preoccuparsi?

16/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se le dimensioni dell'embrione sono giuste per l'epoca, possono non essere significative quelle della camera gestazionale.  »

Fai la tua domanda agli specialisti