Scarpine per bambini: con Biomecanics correre e giocare è ancora più bello e sicuro

Contenuto sponsorizzato

Biomecanics propone una gamma completa di scarpine studiate nella forma secondo i principi della biomeccanica per adattarsi ai piedini che crescono, dal gattonamento fino alla corsa, ai salti e ai giochi

Le scarpine per bambini di biomecanics accompagnano i piccoli dal gattonamento ai salti e alla corsa

La primavera è  la stagione che tutti amano di più. Perché dopo un lungo inverno le giornate di sole mettono allegria e voglia di stare all’aperto. Per i più piccoli che amano correre, saltare e divertirsi, Biomecanics ha messo a punto una collezione di scarpe e sneakers altamente tecnologiche, comode, flessibili e molto resistenti, pronte per accompagnare i primi passi dei più piccoli e i giochi nei parchi e nel verde dei più grandicelli.

Le scarpe Biomecanics sono una scelta ottimale perché si adattano perfettamente al piede in crescita dei bambini. Non a caso Biomecanics, leader di mercato nelle calzature per bambini e neonati, è l’unico marchio di calzature per bambini con prove scientifiche e per questo è diventato il più consigliato da pediatri e professionisti dell’infanzia: le calzature Biomecanics per bambini sono  progettate per adattarsi alla forma del piede in ogni fase della crescita, proteggendolo con la libertà di cui ha bisogno.

interna 1

Quando i piccoli iniziano a camminare

Andare a piedi nudi è naturale per i più piccoli: è attraverso il contatto con il suolo, infatti, che i bambini percepiscono una serie di stimoli diversi espandendo la loro conoscenza del mondo passo dopo passo. Ma non sempre è possibile lasciare che i piccoli camminino scalzi; negli ambienti dove è necessario che indossino le scarpe, servono modelli che proteggano il piede, ma al tempo stesso ne consentano la piena mobilità riproducendo la stabilità della camminata a piedi nudi.

Proprio come le scarpe della linea Biogateo di Biomecanics che sono, infatti, leggere e morbide, hanno la suola sottile, antiscivolo e flessibile in tutte le direzioni, con soletta rimovibile, piatta e antibatterica. La regolazione in velcro è ideale per i piedi del piccolo in crescita, in quanto si adatta alla forma del collo del piede ed evita pressioni e sfregamenti. Lo spacco a U che caratterizza le scarpine della linea Biogateo evita la pressione sul tendine d’Achille. L’assenza di contrafforte garantisce libertà di movimento senza pressione. La più grande innovazione delle scarpine della linea Bigateo è rappresentata dagli stabilizzatori laterali brevettati che mantengono la stabilità imparata dai bambini quando vanno a piedi nudi, proteggono il piede ed evitano cadute e infortuni, e non limitano i movimenti della caviglia perché sono in gomma morbida e flessibile e si trovano all’esterno.

 

interna 2

Le scarpe giuste per i giochi

Bioevoluzione è la linea di calzature che Biomecanics dedica ai bambini che hanno una camminata ormai consolidata e sono l’ideale per camminare, correre e saltare. La loro prerogativa distintiva è la forma evolutiva: il piede del bambino non cresce solo in lunghezza, ma anche in larghezza e quindi la forma evolutiva non cambia solo nelle dimensioni, ma anche nella forma di ogni taglia. Altre importanti caratteristiche delle scarpine della linea Bioevoluzione di Biomecanics sono la la suola con scanalature di flessione, il puntale rinforzato che protegge il piede e resiste a un uso “intensivo”, la spazio in punta sul collo del piede che lascia libertà di movimento senza esercitare pressione, la soletta piatta antibatterica e rimovibile, la regolazione in velcro, le cuciture appiattite che non provocano sfregamenti. Realizzate in materiali nobili, senza sostanze tossiche, permettono la corretta traspirazione del piede.

Per scoprire tutta la nuova collezione di scarpine visitate il sito www.biomecanics.it

 

 
 
 

In sintesi

Scegliere la scarpina giusta è fondamentale perché i bimbi, dai più piccoli che muovono i primi passi fino ai più grandicelli che giocano e corrono, possano muoversi in totale libertà e sicurezza. Le scarpe Biomecanics sono la scelta ideale perché, grazie al design studiato sulla base dei principi della biomeccanica, proteggono il piede adattandosi perfettamente alla sua forma in ogni fase della crescita.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Contenuto sponsorizzato

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dopo 4 maschietti arriverà la bambina?

16/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Non è assolutamente detto che dopo quattro figli maschi il quinto sarà una femminuccia perchè a ogni gravidanza si ripresentano le stesse probabilità di aver concepito un maschio o una bambina.   »

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti