Settembre è tempo di scuola… e di pidocchi

Contenuto sponsorizzato

Il rientro sui banchi è un momento propizio per la proliferazione di questi fastidiosi parassiti. Ecco come combattere in modo efficace i pidocchi

linea mammababy

Chi è più felice e chi un po’ meno, ma per tutti i piccoli è arrivato il tempo di tornare a scuola e riprendere, spesso con non poche difficoltà, la consueta routine. E così insieme a lezioni e compiti, momenti di svago e ore di studio, tornano anche gli odiati pidocchi.

Chi non è alle prime armi con la spinosa questione sa che basta vedere il piccolo grattarsi di continuo la testa, soprattutto dietro le orecchie e vicino alla nuca, per supporre la loro presenza: un controllo a occhio nudo o con la lente non può che confermare il sospetto. E se si pensa che i puntini bianchi possano essere dovuti alla forfora, basta fare la prova di staccarli: le lendini (cioè le uova dei pidocchi) sono saldamente attaccate al capello e non se ne vanno né con la spazzola né con il lavaggio.

La prima cosa da fare

Non sentirsi in colpa: i pidocchi non hanno nulla a che fare con le abitudini d’igiene quotidiana della famiglia. Inutile anche farsi domande su dove il piccolo possa averli presi: il continuo contatto tra i bambini in ambito scolastico è la ragione primaria del diffondersi dei pidocchi che passano da capello a capello per contatto oppure in maniera indiretta attraverso l’uso comune di spazzole, pettini, cerchietti e indumenti. La vita dei pidocchi, piccoli insetti senza ali che vivono esclusivamente sui capelli nutrendosi di sangue, è di circa 50 giorni: il problema maggiore sta nel fatto che si riproducono velocemente, motivo per cui occorre intervenire subito, in maniera mirata a puntuale.
Quello che serve in modo particolare è affidarsi a prodotti sicuri nell’efficacia contro i fastidiosi insetti ma al tempo stesso delicati e rispettosi della cute. Linea MammaBaby® ha studiato una gamma di tre prodotti specifici a cui le mamme si possono affidare in serenità per proteggere bambini, e anche grandi, dal piccolissimo quanto fastidiosissimo insetto.  

Per prevenirli con efficacia

Lozione antipidocchi linea mammababy

La prevenzione è affidata a Poldino, la Lozione Preventiva Linea MammaBaby®, che grazie ai suoi oli essenziali crea un ambiente sfavorevole all’insediamento dei pidocchi. La sua formula 100% naturale associa oli essenziali di lavanda, menta, eucalipto a olio di argan e pantenolo che insieme svolgono un’azione emolliente e calmante sul cuoio capelluto. Poldino si può usare tutti i giorni perché non unge, non rovina i capelli e non ha bisogno di essere risciacquato: in più con la sua formulazione naturale avvolge il capo con un profumo fresco e gradevole. Poldino è dotato di erogatore 360° (bag on valve) che garantisce un’erogazione ottimale fino all’ultima goccia consentendo un’applicazione veloce, facile e omogenea anche nelle zone più difficili da raggiungere.

Una combinazione vincente

L’amico fidato di Poldino è Paolino, lo Shampoo Trattamento Post Pidocchi di Linea MammaBaby®, ideale per proteggere l’intera famiglia dai pidocchi e prevenire le infestazioni. Usato per lavare i capelli diventa l’ideale compagno di Poldino di cui ne rafforza l’azione. La formulazione dello Shampoo Trattamento Post Pidocchi è a base di tensioattivi specifici e oli naturali di melaleuca, lavanda e jojoba: oltre a lavare dolcemente, svolge un’azione lenitiva sul cuoio capelluto aiutando ad alleviare il prurito mentre le proteine di germoglio di frumento agiscono sulla fibra rendendola più docile e pettinabile. Poldino e Paolino sono entrambi dermatologicamente testati su pelli sensibili con profumazione naturale, senza coloranti, senza siliconi, senza parabeni. Oltre a utilizzare con regolarità Poldino e Paolino, in funzione preventiva è utile controllare regolarmente la testa di ogni membro della famiglia, legare i capelli alle bimbe e insegnare ai piccoli di non scambiarsi cappelli, pettini, spazzole, fasce per capelli e così via.

shampoo post pidocchi linea mammababy

E quando ormai ci sono?

È necessario debellarli, con decisione ma insieme rispetto per i capelli e la cute. Pierina, la Schiuma Kit Antipediculosi Linea MammaBaby®, è un trattamento completo contro i pidocchi costituito da una schiuma e da un pettine a denti fitti per rimuovere le lendini (facilmente visibili a occhio nudo ma difficilissime da estirpare) senza danneggiare i capelli. La sua formulazione, a base di oli essenziali di lavanda e melaleuca, è stata studiata per agire sui pidocchi e lendini soffocandoli. Pierina è una schiuma soffice facile da applicare: si mette sui capelli asciutti e si lascia agire per 10 minuti. Si procede a un risciacquo accurato e all’ispezione della testa così da eliminare le lendini con l’apposito pettine che va poi lavato accuratamente con acqua tiepida insaponata.

kit schiuma antipidocchi linea mammababy

Si consiglia di completare il trattamento con lo Shampoo Post Pidocchi e di ripetere l’applicazione dopo 7 giorni. Per sicurezza è importante controllare tutti i membri della famiglia, tenendo conto che, in casi di necessità, Pierina può essere usata anche dai più piccoli a partire dal 6° mese di vita. Da ultimo importante anche disinfettare l’ambiente lavando a 60° abiti, lenzuola, asciugamani, spazzole, pettini e tutto quanto è stato a contatto diretto con la testa.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Contenuto sponsorizzato

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Fratello e sorella (solo da parte di madre) possono avere figli sani?

22/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

I figli di consanguinei hanno un alto rischio di nascere con anomalie genetiche e disturbi del neurosviluppo. Questa è la principale ragione per la quale nelle società organizzate sono vietate le unioni tra parenti stretti.   »

Dopo un aborto spontaneo quanto tempo ci vuole per cominciare un’altra gravidanza?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Augusto Enrico Semprini

Se un primo concepimento è avvenuto in pochi mesi, ci sono altissime probabilità (addirittura il 100%!) di avviare una nuova gravidanza entro sei mesi dall'aborto spontaneo.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti